11/08/2022parz nuvoloso

12/08/2022nubi sparse

13/08/2022sereno

11 agosto 2022

Vittorio Veneto

La gara ciclistica più dura del mondo parte da Vittorio Veneto

Venerdì inizia l’Ultracycling Dolomitica “Vito Favero”

|

|

La gara ciclistica più dura del mondo parte da Vittorio Veneto

VITTORIO VENETO - L’edizione 2022 dell’«Ultracycling Dolomitica Vito Favero», nona della serie, prenderà il via il prossimo venerdì 8 luglio alle 08.30 da Piazza del Popolo. L’Ultracycling, con le sue lunghe distanze e i tanti dislivelli da superare, è oggi considerata la più dura disciplina ciclistica esistente. E fra tutte, la competizione vittoriese può - a buon diritto - reclamare il titolo di gara più estrema del mondo per il suo coefficiente di dislivello sul kilometraggio. Gli atleti che affronteranno l’ormai classica «D+ Ultracycling Dolomitica» dovranno percorrere un tracciato di 694 km., scalando 20 passi dolomitici e superando un dislivello di 17.400 mt. Al fianco della competizione principale prenderà inoltre il via la 4° edizione della sorella minore, la «Tre Otto Zero» di ultra-fondo su 386 Km e 10.000 mt di dislivello positivo con partenza alle 20.30. Infine, sabato mattina, partirà la prova a cronometro «Dolomitica 180 D+», con solo sessanta atleti ammessi allo start, che partiranno alla distanza di un minuto l’uno dall’altro e dovranno affrontare quattro passi: San Boldo, Forcella Franche, Duran e La Crosetta.

 

I ciclisti inizieranno a raggiungere il traguardo dalle 14.00 di sabato e gli arrivi si susseguiranno fino alla mattina di domenica. «La città è onorata di ospitare questa manifestazione – dice il Vicesindaco e Assessore allo Sport Gianluca Posocco. – Faccio i miei complimenti agli organizzatori che hanno dato vita ad un evento sportivo che, anno dopo anno, vede crescere sempre di più la propria importanza anche a livello internazionale». La presentazione ufficiale della manifestazione si terrà giovedì 7 alle 17.30 in Aerea Fenderl. «L’ultracycling è prima di tutto una prova contro sé stessi e contro i propri limiti - spiega Roberto Picco - ideatore della manifestazione. – Il percorso sui 694 km vale anche come prova di ammissione alla ‘’Race Across America’’. La nostra gara infatti è una delle 20 al mondo nelle quali gli atleti e la loro crew possono dimostrare di possedere i requisiti per partecipare alla celeberrima manifestazione statunitense che si corre sui 5.000 km da una costa del continente dall’altra».

 

«Ultracycling Dolomitica» è dedicata alla memoria di Vito Favero (Sarmede, 21 ottobre 1932 – Sarmede, 16 maggio 2014) che è stato un ciclista su strada italiano. Professionista dal 1956 al 1962, vinse due tappe al Giro d’Italia e arrivò secondo al Tour de France 1958. Tutti i partecipanti sono provvisti di GPS Tracker con visibilità/tracciamento sul sito internet dell’organizzazione che permette di seguirli per tutta la durata della manifestazione. In gara gli atleti non possono procedere affiancati per più di 15 minuti né mettersi nella scia di un altro corridore. Devono invece mantenere una distanza congrua da qualunque ciclista o veicolo li precede. Roberto Picco, che è anche presidente di Ultracyling Italia ringrazia «l’Amministrazione comunale di Vittorio Veneto e in particolare l’Assessore Gianluca Posocco, la persona che – con la sua determinazione - sta rendendo grande questa manifestazione. Per quanto ci riguarda - conclude Picco - ci stiamo già preparando alla decima edizione che sarà particolare rispetto a quelle che l’hanno preceduta perché l’abbiamo immaginata come una festa del ciclismo con nuove prove al via». OT

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

26/08/2016

Ultracycling al via: «La mia sfida più dura»

La corsa ciclistica più dura al mondo è scattata stamane da Cison di Valmarino: 10 le nazioni rappresentate al via. Curiosità per la partecipazione dell’olimpionica di scherma

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×