25 gennaio 2020

Nord-Est

Genitori lavorano la domenica, bimbo scrive al papa. Che telefona

commenti | (1) |

commenti | (1) |

Genitori lavorano la domenica, bimbo scrive al papa. Che telefona

MARCON - Triste perché non trascorre la domenica con i genitori, entrambi 'costretti' al lavoro, un bambino ha scritto a Papa Francesco e dopo qualche giorno è arrivata puntuale la chiamata del Pontefice. Nulla si sa sul contenuto della chiacchierata fatta tra Papa Francesco e il capofamiglia, commesso come la moglie in un centro commerciale di Marcon, e dunque coinvolti, come altri lavoratori, nell'apertura domenicale e in altri giorni festivi delle attività commerciali.

 

Un disagio ancor più sentito dal loro figlio di 7 anni che ha raccontato, in una lettera, al Pontefice le festività passate ormai quasi sempre con i nonni, senza condividere con mamma e papà un cinema, una pizza, una gita o una passeggiata, come invece fanno i suoi amichetti. Una lettera-appello consegnata insieme ad altre molte testimonianze di dipendenti 'costretti' al lavoro festivo, lo scorso 4 ottobre ad Assisi quando Papa Bergoglio è andato, come riferiscono i quotidiani locali, a pregare sulla tomba di San Francesco.

 

Il Papa è rimasto colpito dalle parole del bambino, dalla spontaneità del suo disagio e così ha chiamato a casa della coppia confortandoli e riservando parole d'affetto per il loro figlio.

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×