20/07/2024pioggia e schiarite

21/07/2024nubi sparse

22/07/2024nubi sparse

20 luglio 2024

Agenda

Gianni Contarino presenta il libro “Felicità" al Grand Central Literary Festival.

Sesto ed ultimo appuntamento della prima parte della Summer Edition 2024 con la presentazione del libro "Felicità" di Gianni Contarino, pubblicato da Scatole Parlanti nel 2023. Dialogherà con l'autore Filippo Caburlotto.

Incontri - Presentazioni

quando 26/06/2024
orario Dalle 18:30 alle 20:00
dove Grand Central, via Piave 5, 30171 Mestre (VE)
prezzo Ingresso gratuito
info literaryfestivalmestre@gmail.com
organizzazione Grand Central Literary Festival

Mercoledì 26 giugno, alle ore 18:45, al Grand Central Literary Festival organizzato da Silvia Scagnetto e promosso dal bistrot Grand Central di Mestre, si terrà il sesto ed ultimo appuntamento della prima parte della Summer Edition 2024 con la presentazione del libro "Felicità" di Gianni Contarino, pubblicato da Scatole Parlanti nel 2023. Dialogherà con l'autore Filippo Caburlotto.

Gianni Contarino è nato nel ‘72 a Siracusa; a Torino si laurea in ingegneria. Per sopravvivere si è occupato di consulenza aziendale e di management nel mondo industriale. Per vivere, scrive. Ha frequentato corsi di scrittura creativa presso la Scuola Holden di Alessandro Baricco e un seminario di scrittura comica tenuto da Stefano Benni. Suoi racconti e poesie sono stati pubblicati su diverse antologie, fra cui Società liquida (AA.VV., Tempra Edizioni, 2019), 365 Storie d’amore (Delos Books, 2013) e Pendolibro (Libreriamo Publishing, 2013) ed alcune riviste, fra cui Inutile, Carie Letterarie, Oasis, Terre di mezzo, Green News. Il romanzo inedito Mi capisti? ha vinto il Premio Nabokov 2018 ed è stato segnalato al Premio Luzi 2018/2019. Il suo primo romanzo è Punto Zero (Scatole Parlanti, 2021). Felicità è il suo secondo romanzo.

Felicità racconta le vicissitudini di Nunzia, figlia di Gino, un artigiano e un uomo evoluto come un Neanderthal, e di Vera, una casalinga di origini altoborghesi, donna pia e moglie prudente. Nunzia ha anche un fratello minore, Pippo, immaturo e succube. I capitoli del libro si susseguono scanditi da date precise; ne anticipiamo due per entrare nei contenuti del libro.

Catania, 4 Marzo 2012. Un messaggio ricevuto sul telefono e una corsa in macchina verso Riposto. Nella casa di sua sorella, deserta, Pippo Filicudi trova un nastro di carta, con su scritte a casaccio lettere dell’alfabeto, e un biglietto. Si mette alla ricerca di Nunzia.

Riposto, 4 Marzo 1952. Nilla Pizzi ha da poco vinto il festival di San Remo, quando nasce Nunzia, e, come in questo caso, ogni anno, mentre nel mondo accadrà di tutto, i fatti della sua vita a Riposto ne saranno una brutta copia o un riflesso.

Questa è la storia di una deriva, quella di una donna siciliana in un piccolo borgo ai piedi dell’Etna. Il romanzo, la cui narrazione è in terza persona e alterna registro tragico e comico, con incursioni di dialetto siciliano nei dialoghi, ha tre obiettivi, individuabili in altrettanti livelli di lettura. Il primo, il più appariscente, è raccontare alcuni aspetti del patriarcato, violenti o blandi, e la loro persistenza attuale in Italia, nonostante il mondo vada avanti. Il secondo è un omaggio alla musica, italiana e non solo, che accompagna la Storia, quella con la s maiuscola, e, oltre ad essere l’unica passione e consolazione di Nunzia, oltre a ispirare con Lucio Dalla il titolo del romanzo (“Ma se questo mondo è un mondo di cartone, allora per essere felici basta un niente, magari una canzone o chi lo sa” - Lucio Dalla), fa da colonna sonora ai fatti qui raccontati. Il terzo, metaforico, è una critica all’Italia, al di là del patriarcato. I quattro membri della famiglia Filicudi rappresentano alcune parti della nostra società: i cialtroni (padre), i complici silenziosi (madre), i succubi (fratello) e quelli che tentano di ribellarsi, pagandone le conseguenze (Nunzia). Lo sfondo è la Sicilia dal secondo dopoguerra ai giorni nostri, con le sue bellezze, i sapori e le caratteristiche che Tomasi di Lampedusa ha dichiarato non poter cambiare mai. «Che bella sta terra, ma non ci si può vivere da soli», sussurra Nunzia a sessant’anni, guardando il mare e la costa dall’Etna. Nel confronto fra questa dichiarazione d’amore con i sogni da bambina di un matrimonio e di diventare una cantante di successo emerge lo struggimento che è racchiuso in questa storia. Questa è la sua vita: le cose potrebbe averle, come lo studiare canto, ma c’è sempre qualcosa che si frappone fra lei e quel bisogno. Non ci saranno seconde occasioni e, se sembrerà che ci siano, in realtà saranno solo una brutta copia di come, forse, se vissute a tempo giusto, sarebbero state.

A moderare l'incontro e a gestire gli scottanti argomenti che andremo a toccare sarà Filippo Caburlotto: studioso di letteratura italiana moderna e contemporanea e specialista di D'annunzio, è autore di Fuga dall'Ordine, vincitore del Premio internazionale Città di Latina nel 2022

Durante l'incontro, sarà possibile acquistare copie del libro e l'autore si renderà disponibile per dediche e firmacopie; per i partecipanti inoltre sarà possibile praticare il book-crossing, scambiando un libro portato da casa con uno di quelli messi a disposizione dagli altri avventori. L'ingresso è libero ma si consiglia la prenotazione tramite Eventbrite o contattando il Grand Central che sarà contestualmente operativo come bar, ristorante e pizzeria. L'evento è realizzato con la collaborazione della Libreria San Michele, dell'ASD Judokwai Mestre e dell'associazione culturale Mestre Mia che trasmetterà l'evento in diretta streaming sui social. L'evento in caso di maltempo si terrà all'interno.


Altri Eventi nella categoria Incontri - Presentazioni

20/07/2024 dalle 10:30 alle 18:00 - Giardino Botanico Alpino "Giangio Lorenzoni" - Tambre

Canisglio Estate 2024.

27/07/2024 dalle 15:00 alle 23:00 - Giardino Botanico Alpino "Giangio Lorenzoni" - Tambre

Canisglio Estate 2024.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×