25 novembre 2020

Castelfranco

Grande commozione nella Marca per la scomparsa di Leopoldo Celegon

La tragica morte dell’ex primario di cardiologia a Castelfranco Veneto ha lasciato attonita l’intera comunità

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Leopoldo Celegon

CASTELFRANCO – Non si contano i messaggi di affetto e stima per il dottor Leopoldo Celegon, 72enne deceduto durante un escursione in montagna dove era andato a funghi. Il ritrovamento ieri del suo corpo privo di vita ha scosso non solo la città ma l’intera provincia dove era molto conosciuto e apprezzato per le sue peculiarità professionali e umane.

“Un profondo cordoglio in tutti noi per la scomparsa del nostro Leopoldo Celegon”. Così Francesco Benazzi, direttore generale dell’Ulss 2 Marca trevigiana dopo la tragica notizia. “Lo ricordo come un medico professionale e umano – aggiunge Benazzi – Una persona che ha continuato a profondere energie per gli altri con grande generosità. Da parte di tutta la nostra Azienda voglio esprimere ai famigliari le più sentite condoglianze”.

Analogamente anche dal Centro di Medicina I Casa di cura Villa Maria, con cui collaborava da quando era andato in pensione dipendenti e collaboratori esprimono il loro cordoglio alla famiglia: “Persona conosciutissima in città, punto di riferimento anche per il mondo dell'associazionismo sociale dagli Amici del Cuore alla Lilt. Una colonna portante di Centro di medicina, il dottor Leopoldo Celegon, già primario di Cardiologia dell'Ospedale civile di Castelfranco Veneto, ha lasciato un vuoto difficile da colmare negli ambulatori di Borgo Treviso. La notizia del suo decesso è giunta portando sconforto e rassegnazione, a fronte delle centinaia di telefonate giunte da pazienti e colleghi medici che giorno per giorno chiedevano aggiornamenti”.

Vincenzo Papes, Amministratore delegato Centro di medicina ha quindi dichiarato: "In questi giorni difficili abbiamo sentito il calore e la vicinanza dei tanti pazienti, dei colleghi medici e del personale stesso che con lui lavoravano e che hanno potuto negli anni apprezzarne passione e dedizione. Un sentimento di stima e di vicinanza corale di cui ci facciamo interpreti in questo difficile momento nel porgere il cordoglio alla famiglia. La sua scomparsa crea un vuoto che non è solo professionale ma profondamente umano, di una persona che ha fatto del suo lavoro una missione di vita, con entusiasmo e giovialità, con generosità e spirito di servizio. Non sarà facile colmare un vuoto così grande lasciato in una città e in un territorio con cui era in assoluta sintonia e simbiosi".

 

ARTICOLI PRECEDENTI


Fungaiolo castellano scomparso a Cortina, ricerche in corso da domenica sera

Ex primario disperso mentre va a funghi, ritrovati il bastone e lo zaino

Ex primario disperso mentre va a funghi, ricerche ancora senza esito

Ex primario disperso a Cortina, ritrovata una bandana nel torrente

Ex primario scomparso, svuotata la diga d'Ajal

Ritrovato il corpo senza vita del dottor Leopoldo Celegon

 

 

 

 

 

 

 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttore responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×