29 marzo 2020

Vittorio Veneto

Il grave incidente, poi gli interventi in ospedale: l'azienda ospedaliera condannata a risarcire 425mila euro dopo la morte dell'uomo

La sentenza è passata in giudicato e non è più appellabile

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Avvocato Nicola Todeschini

VITTORIO VENETO – Sentenza sena precedenti al Tribunale di Padova dove l’Azienda Ospedaliera padovano è stata condannata a rimborsare 425mila euro dei quali 5.000 per lite temeraria. Il processo verteva sulla morte di un 47enne del Padovano che l'11 marzo 2010 a seguito di un incidente è rimasto gravemente ferito: traumi e lesioni che avevano imposto il ricovero in prognosi riservata e diversi interventi.

Il 17 maggio, dopo due mesi di calvario l’uomo è però deceduto. Un dramma di cui la famiglia non si è data pace persuasa che non fosse stato fatto tutto i necessario per salvare il congiunto. Assistite dall’avvocato Nicola Todeschini di Vittorio Vento, madre e sorella dell’uomo si sono rivolte alla magistratura che ha quindi sentenziato un risarcimento importante.

“La rilevanza della sentenza – ha spiegato l’avvocato Todeschini -, non è data solo dall’entità della cifra ma anche per aver stabilito, caso più unico che raro, che la condotta in sede processuale dell’Azienda Ospedaliera è stata irrispettosa al punto da ravvisare l’aggravante di lite temeraria, per la cattiva fede dimostrata”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×