23 ottobre 2020

Italia

I grillini si spaccano e parte la guerra delle petizioni

Oltre 100.000 firme per chiedere a Grillo di dare la fiducia.

| Carlo De Bastiani |

immagine dell'autore

| Carlo De Bastiani |

I grillini si spaccano e parte la guerra delle petizioni

WEB - Ormai è scontro tra i grillini. Da una parte i favorevoli ad appoggiare il PD per portare avanti le riforme, dall’altra i duri e puri che non vogliono nessun coinvolgimento con la vecchia politica. Il dibattito si è spostato su Change.org, la più grande piattaforma di petizioni al mondo.

 

Qui, Viola Tesi, una grillina di 24 anni ha lanciato un appello rivolgendosi direttamente al leader del movimento chiedendo che venga data la fiducia al governo per cambiare l’Italia. In due giorni la petizione ha raccolto oltre 100.000 adesioni ma il loro numero è in continua crescita. http://www.change.org/it/petizioni/caro-beppe-grillo-dai-la-fiducia-al-governo-per-cambiare-l-italia-grillodammifiducia

 

Risponde a stretto giro di mouse un altro grillino che chiede sempre al suo leader di non dare nessuna fiducia. Ma qui l’accoglienza è più fredda. Solo 2.800 sostenitori. http://www.change.org/it/petizioni/beppe-grillo-non-possiamo-dare-fiducia-a-un-governo-bersani

 

Brutta faccenda per Grillo. Lui che ha sempre detto che avrebbe consultato la rete, che le decisioni sarebbero state prese coinvolgendo i cittadini attraverso il web, cosa farà ora? Una cosa è certa, la lacerazione c’è e ora Grillo deve scegliere con quali grillini stare.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Carlo De Bastiani

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×