31 marzo 2020

Vittorio Veneto

Guerra “senza confini” ai pesticidi

A Revine un meeting con i comitati francesi per difendere la qualità delle acque dei laghi

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Italiani e francesi uniti per la tutela

REVINE LAGO - Il Comitato Marcia Stop Pesticidi, in collaborazione con il Gruppo Mamme Revine Lago e il Gruppo Tarzo, partecipa alla “Settimana per l'alternativa ai pesticidi” indetta dalla coalizione francese “Générations Futures”, con un una manifestazione a tutela dei Laghi di Revine Lago dalla contaminazione chimica. Il raduno è in programma per domenica 22 marzo ed è la prima azione organizzata fuori dai confini francesi per la coalizione “Générations Futures”.

 

Pertanto, la mobilitazione trevigiana si colloca in una dimensione europea grazie alle alleanze popolari costruite in questi anni dalla Marcia Stop Pesticidi: un bel salto di qualità che punta ad avere più pesto anche in istituzioni cruciali quali l’Unione Europea. L’impegno per preservare i laghi di Revine dalla presenza di inquinanti, emersa di recente dalle analisi Arpav, parla quindi anche in francese, per una “guerra senza confini” alle sostanze chimiche che rischiano di far morire questo prezioso e delicato ecosistema lacustre minando, al contempo, la salubrità dei luoghi per le popolazioni residenti in particolare per le categorie più sensibili agli inquinanti come bambini ed anziani.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×