09 aprile 2020

Vittorio Veneto

E' guerra al traforo: anche dal M5s

Nuovi movimenti contro vecchie questioni

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

E' guerra al traforo: anche dal M5s

VITTORIO VENETO - "Siete davvero sicuri di voler essere ricordati per coloro che hanno devastato l’ ambiente e il paesaggio della nostra bella Vittorio, pur avendo in mano una proposta alternativa?". Il Movimento 5 stelle vittoriese non ci sta: non starà con le mani in mano mentre la giunta leghista "rovina irrimediabilmene l'ambiente". E è pronto a battersi. Contro il traforo di Santa Augusta.

 

"Un'opera nata come progettazione negli anni 80 e già costata più di 1 milione di Euro alla comunità. - ricorda il movimento riferendosi al traforo -  Un progetto vecchio, più volte rimaneggiato e dai costi di attuazione ancora indefiniti. La gara d'appalto è stata assegnata per una cifra che tocca i 36 milioni di euro,ma a detta di esperti del settore,tale cifra sarà sufficiente a coprire il solo il costo della "galleria" al grezzo,quindi senza tutti gli accessi ,strade e rotatorie. Una gara d'appalto, tra l’altro, vinta con un ribasso del 31% dal prezzo iniziale che era di circa 52 milioni di euro - cifra che sembra già più consona alla realizzazione dell'opera.

 

Inoltre, con le nuove varianti tutte ancora da approvare per by-passare le condotte ENEL verrà abbattuto o reso comunque inabitabile un borgo storico Borghel, oggi felicemente abitato, i cui proprietari coinvolti sono sollecitati ad accettare le condizioni degli espropri. Ed a questo proposito, c’è da dire anche che, a garanzia delle proprie condotte, l'azienda elettrica aveva chiesto una fideiussione di 13 milioni di euro su un'opera di 36. Tra l’altro, oltre a presentare una serie di evidenti errori ed irregolarità, a nostro avviso l'opera non porterà nessun beneficio né per la città né per i cittadini.

 

Forse non tutti sanno che l'uscita della “tangenziale” è prevista di fianco al complesso di Vittorio 2, su Via Virgilio;ma si è mai vista una tangenziale che convoglia il traffico pesante direttamente in centro città? Tra l’altro, in questo modo, la strada sfiorerà l'attuale sede del “Campus” scolastico. E’ opportuno e sano, far viaggiare colonne di mezzi a non più di 20m dai nostri ragazzi che fanno lezione?"

 

"Abbiamo già un recente esempio di cattedrale nel deserto: La bretella “incompiuta”in zona Ceneda", conclude il movimento 5 stelle "Dobbiamo tutti tener ben in mente che ad un orrore di questo tipo non si potrà più porre rimedio".

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×