03 giugno 2020

Mogliano

GUERRA ALLA ZANZARA TIGRE

Al via il programma dell'Amministrazione comunale contro l'insetto

| | commenti |

| | commenti |

GUERRA ALLA ZANZARA TIGRE

CASALE - Nel mese di aprile l’Amministrazione comunale di Casale sul Sile ha avviato il consueto programma di prevenzione e disinfezione contro le zanzare, in particolare la “tigre”, mediante l’irrorazione con prodotti larvicidi specifici dei tombini stradali e con prodotti adulticidi delle alberature stradali e delle aree pubbliche, questi ultimi interventi proseguiranno sino al mese di settembre.

Gli interventi pubblici di disinfestazione possono essere ancora più efficaci se tutti i cittadini collaborano eseguendo interventi di lotta alla zanzara sulle aree di proprietà privata e adottando alcuni comportamenti utili per evitare la proliferazione del fastidioso insetto.

Le disinfezioni eseguite dai privati, soprattutto quelle contro l’insetto adulto, possono essere ancora più utili se effettuate contemporaneamente a quelle pubbliche, in quanto consentono di ampliare l’area nella quale viene ridotta significativamente la presenza delle zanzare.

Le date di effettuazione degli interventi comunali possono essere consultate sui manifesti e volantini pubblicati dal Comune, presso gli uffici comunali o sul sito internet del comune di Casale sul Sile (www.comunecasale.tv.it). Per effettuare i trattamenti contro le larve (tombini, acque stagnanti) vanno usati larvicidi del tipo Bacillus Turingensis o Diflubenzuron; contro gli insetti adulti (alberature, siepi, ecc.) si usano Deltametrina e Tralometrina (che sono prodotti non tossici né per animali o persone, né per fauna acquatica).

E’ inoltre opportuno eliminare tutti i possibili focolai di riproduzione delle larve: evitare la formazione di raccolte d’acqua (in secchi, bacinelle, barattoli, bidoni, vasi, copertoni, ecc); svuotare periodicamente i contenitori di uso comune (sottovasi, abbeveratoi per gli animali, annaffiatoi, ecc); coprire con reti zanzariere o teli di plastica eventuali contenitori di acqua inamovibili (vasche di cemento, bidoni e fusti per l’irrigazione degli orti); introdurre nelle fontane ornamentali pesci larvivori (ad esempio i pesci rossi); trattare le caditoie interne ai tombini per la raccolta dell’acqua piovana con appositi larvicidi.

 

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×