15/07/2024sereno

16/07/2024sereno

17/07/2024sereno

15 luglio 2024

Treviso

Imprenditore in fin di vita dopo l'aggressione

Voleva fermare una rissa

|

|

Imprenditore in fin di vita dopo l'aggressione

UDINE - La vita di Shimpei Tominaga, imprenditore giapponese di 56 anni, è appesa a un filo nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Udine. Le sue condizioni sono disperate a seguito di un pugno al volto e una rovinosa caduta, che gli hanno provocato fratture craniche e un arresto cardiaco. Tominaga, residente a Udine, aveva cercato di sedare una rissa quando è stato aggredito da un giovane trevigiano.

L'aggressore ha fornito la sua versione dei fatti al giudice, come riportato dal suo avvocato d'ufficio. L'accusa di rissa e lesioni personali gravissime potrebbe evolvere in omicidio preterintenzionale se Tominaga non dovesse sopravvivere. I medici, purtroppo, temono che le sue funzioni neurologiche possano essere irrimediabilmente compromesse. La moglie e il figlio tredicenne dell'imprenditore sono giunti dal Giappone, assistiti anche dal console generale del Giappone a Milano, Kobayashi Toshiaki.

Il Gip deciderà a breve sulle misure restrittive per gli indagati: custodia in carcere per tre giovani, tra cui il trevigiano, mentre per due ucraini residenti a Pescara sono state disposte misure non detentive e il divieto di dimora in Friuli Venezia Giulia.

La gravità dell'episodio ha portato a un immediato rafforzamento della sicurezza in città. Il gruppo di trevigiani coinvolto nell'aggressione era già noto per precedenti episodi di violenza, tra cui una rapina e un pestaggio nel 2022 a Conegliano. La sentenza per quei fatti è attesa per il 2 luglio.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×