30 settembre 2020

Treviso

E' iniziata la "caccia" alla cattedra per i supplenti in provincia di Treviso

Nuove modalità ma a onore del vero anche tanti posti disponibili

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

E' iniziata la

Treviso - C’è tempo fino alle 20.00 di domani sera per registrarsi sulla piattaforma SiGeCo (all’indirizzo https://treviso.nomine.it/) e accreditarsi a un link (https://treviso.nomine.it/as-2020-21-SiGeCo-procedure-di-accreditamento-dei-candidati-in- SiGeCo.aspx), se si intende ottenere un contratto a tempo determinato, naturalmente solo per coloro che sono inseriti nelle graduatorie a esaurimento (GAE) o in quelle provinciali per le supplenze (GPS). Oggi comunque verranno pubblicate sul sito dell'URS di Treviso tutte le disponibilità riguardanti l'assegnazione degli incarichi.

Se maestri e professori non rispondono all’appello non succederà come a scuola dove si può essere riammessi esibendo la giustificazione: una volta esclusi dalla convocazione gli aspiranti a una supplenza non potranno più essere convocati. I posti non mancano, numerose le cattedre vacanti: per asili ed elementari sono chiamati a raccolta tutti gli iscritti in graduatoria. Alle Medie quasi 500 professori di Lettere e oltre 300 di Matematica e Scienze sono i convocati; per non parlare del sostegno: tutti gli specialisti in graduatoria sono stati invitati a partecipare alle operazioni di nomina.

Alle superiori il fabbisogno è soprattutto di insegnanti di Matematica e Fisica (tutta la graduatoria) e di materie tecniche negli istituti a indirizzo professionale. Intanto prosegue l’esame dei ricorsi contro il punteggio errato con il quale parecchi insegnanti sarebbero stati inseriti nelle graduatorie. Si paventa in molti casi il dolo: titoli “inventati” o inappropriati per scalare le posizioni e strappare l’agognato contratto.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×