19 aprile 2021

Mogliano

Insulti a Bebe, c'è un indagato

Nei guai un 50enne di Preganziol: sarebbe stato individuato dopo le indagini dei Carabinieri iniziate lo scorso giugno

|

|

Bebe Vio

MOGLIANO - Erano comparse nei mesi scorsi in pieno centro: quelle scritte ingiuriose non rimarranno impunite.

C'è un indagato per le frasi che hanno preso di mira la ventenne campionessa paralimpica Bebe Vio (nella foto), fresca campionessa mondiale ai recenti campionati organizzati nel Lazio.

Adesso è scattata la denuncia nei confronti del presunto autore, al termine delle indagini dei Carabinieri anche attraverso raffronti calligrafici.

Nei guai dunque G.T. cinquantenne residente a Preganziol, accusato di diffamazione aggravata.

Il caso era emerso ai primi di giugno quando a margine della festa della Repubblica i presenti alla cerimonia avevano notato le scritte ingiuriose in piazza Caduti.

Tra l’altro nei mesi precedenti la campionessa era stata anche oggetto di messaggi poco edificanti in alcuni social network.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×