25/09/2022nubi sparse e rovesci

26/09/2022nubi sparse

27/09/2022nubi sparse e temporali

25 settembre 2022

Cronaca

Insulti social a Benjamin Galli, la sorella contro i troll: "Rispettate nostro dolore"

Spiega la sorella Anna Victoria, che il fratello "voleva la pace" ed è andato a combattere "per i suoi ideali".

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Benjamin Giorgio Galli

ITALIA - Condoglianze alla famiglia, "onore all'eroe", ma anche bandiere russe e tantissimi insulti "al mercenario pagato per uccidere": la notizia della morte di Benjamin Giorgio Galli, il foreign fighter italo-olandese ucciso mentre combatteva con la Legione straniera ucraina contro i russi, in un giorno ha generato centinaia di commenti sulla pagina Facebook del 27enne.

Lunghe discussioni - con posizioni 'pacifiste' per la "vittima della propaganda di merda della Nato", commenti a ripetizione lasciati da troll filo-russi e messaggi di cordoglio scritti in ucraino - a cui ha voluto prendere parte anche la famiglia Galli. "Se mi irrita che scrivano cazzate su mio fratello, non posso neanche rispondere?", scrive la sorella di Benjamin, Anna Victoria Galli, rispondendo a chi le chiede "hai anche tempo da dedicare ai social?"

Sono decine gli utenti a cui Anna ha voluto rispondere personalmente, respingendo gli insulti rivolti al fratello e soprattutto chiedendo "per favore, rispettate il mio lutto". Stessa sollecitazione che la zia di Benjamin, Milena Galli, rivolge a un utente che definisce il 27enne italo olandese "un babbeo", che "senza averne l'obbligo o la necessità ha voluto andare in Ucraina per divertirsi ad ammazzare soldati russi mandati dal loro governo a combattere".

"Non chiamate eroe un mercenario pagato per uccidere", "era dalla parte sbagliata del proiettile", "a fare birdwatching si finisce uccellati", "bellissima notizia": sono alcune delle decine di commenti pubblicati, corredati da emoticon di bare e faccine che sorridono per la morte di Benjamin Giorgio Galli. "Ridi vicino ad una bara, mi fai solo pena", replica Milena Galli.

Più ancora della zia, è stata la sorella Anna Victoria Galli nelle ultime 24 ore a 'moderare' la discussione scatenatasi sulla bacheca Facebook di Benjamin. "Nella foto non sta combattendo.. sta giocando a softair", si legge in un commento, lasciato poco dopo che la notizia della morte è stata diffusa. Immediata la risposta della sorella: "Se puoi evitare, sai mio fratello è appena morto..."; "Grazie per la tua poca delicatezza, non voglio più un altro commento del genere", l'invito suonato a vuoto.

"Io la politica non la seguo, non mi interessa. E leggere di gente ignorante e insensibile che scrive e non sa che non era un militare e basta, ma era mio fratello, l'unica persona che mi è sempre stata vicina. E adesso sono sola per una guerra che non abbiamo voluto", spiega infine Anna Victoria, sottolineando a più riprese che il fratello "voleva la pace" ed è andato a combattere "per i suoi ideali".
 

 



AdnKronos

Dossier

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×