27/01/2022nubi basse e schiarite

28/01/2022poco nuvoloso

29/01/2022velature sparse

27 gennaio 2022

Nord-Est

Latitante scoperto mentre faceva un giro a Jesolo con amici

I tre erano stati fermati e sanzionati per la violazione della normativa anti-Covid: in Commissariato la sorpresa, era condannato a tre anni

|

|

Jesolo

JESOLO – Nel pomeriggio di martedì la Polizia ha eseguito a Jesolo un ordine di carcerazione nei confronti di un 40enne tunisino, H.S., già noto perchè con diversi precedenti per reati in materia di stupefacenti.

Gli agenti del Commissariato lo hanno incrociato lungo via Bafile, individuandolo tra gli occupanti di una Volkswagen Tuareg con targa italiana e con altre due persone a bordo.

I tre uomini, non adducendo valide giustificazioni in merito alla presenza a Jesolo, sono stati sanzionati per aver violato il divieto di spostamento previsto dalle misure di contenimento della diffusione del COVID-19.

Inoltre l’autista del mezzo, un italiano, è stato sanzionato perché senza patente al seguito.

Il tunisino ha invece cercato di schivare il controllo dichiarando generalità fasulle e “pulite”, ma non ha ingannato i poliziotti.

Accompagnato al Commissariato, è stato identificato col suo vero nome e scoprendo che a suo carico pendeva un ordine di carcerazione per una condanna esecutiva a tre anni di reclusione, in relazione a reati risalenti al 2012 e commessi nel veneziano, inerenti allo spaccio di stupefacenti ed evasione dagli arresti domiciliari.

Per l’uomo si sono quindi aperte le porte del carcere di Santa Maria Maggiore per scontare la condanna definitiva.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×