03 aprile 2020

Montebelluna

Lavoratori donano gli straordinari alla terapia intensiva

Protagonisti di questo bel gesto i lavoratori dell'Ama Crai Est di Montebelluna

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Ama Crai Est

MONTEBELLUNA – Si dice che nei momenti più difficili emergano le vere peculiarità delle persone, nel bene e nel male. In questo caso a Montebelluna c’è chi sarà ricordato per il suo buon cuore visto che i lavoratori dell'Ama Crai Est hanno deciso di devolvere alla rianimazione i guadagni delle loro ore di straordinario. L’azienda di imballaggio e logistica di generi alimentari per la grande distribuzione conta circa 80 dipendenti, che verseranno quanto guadagnato con il lavoro straordinario nel conto corrente aperto dai sindacati a sostegno dei reparti di terapia intensiva.

"Siamo soddisfatti che l'Azienda si sia resa disponibile alla proposta delle Rsu e dei lavoratori – dice Feliceta Bottan della Filcams Cgil di Treviso -. Dietro questo gesto c'è un duplice valore di solidarietà, quello dell'impegno lavorativo per dare risposte ai bisogni delle persone e quello di sostenere gli sforzi di altri lavoratori, dai medici agli infermieri, dagli operatori sanitari agli addetti alle pulizie, al servizio di distribuzione pasti, tutti impegnati nei reparti di terapia intensiva, oggi così in difficoltà a fronteggiare l'emergenza Coronavirus. Ci auguriamo che anche altre realtà trevigiane della filiera alimentare colgano con favore questa iniziativa e possano replicarla".

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×