29 marzo 2020

Conegliano

Le careghe del teatro

Incidente (poco) diplomatico durante una serata di volontariato all’Accademia

| commenti |

| commenti |

Le careghe del teatro

CONEGLIANO - Il palco riservato alle autorità è occupato, l’assessore protesta e se ne va. Succede a Conegliano, sabato 20 aprile, teatro Accademia. Va in scena Le Betoneghe, commedia di Giovanni Giusto. Ma ci sarà poco da ridere.

Cronaca di una serata ad alta tensione: Enpa vuole raccogliere fondi per la sua attività di protezione e ricovero animali, e dopo aver organizzato lo spettacolo (ingresso 12 euro) invita come esponente del Comune l’assessore all’ambiente, Claudio Toppan, da sempre vicino per sensibilità e competenze all’attività di Enpa. Toppan arriva, e accompagnato da due volontarie raggiunge il palco autorità. Non paga il biglietto: in fondo, l’avevano invitato. Arriva anche il sindaco Floriano Zambon. Che si siede in prima fila, ma solo perché a fine serata deve salire sul palco.

 

«Arrivano anche gli assessori Stefano Dugone e Franca Perin, di loro spontanea volontà, usufruendo dell’ingresso omaggio destinato agli amministratori del Comune» spiega Valentina, una delle volontarie Enpa. Dugone e Perin non pagano i 12 euro della serata di beneficenza: l’amministrazione ha diritto, a ogni spettacolo dell’Accademia, a sei posti gratis. Ma con loro, secondo il racconto di Valentina (confermato dal Movimento Cinque Stelle), non fila tutto liscio: «Dugone e Perin non ci avevano avvertiti del loro arrivo, ma poco cambia. Altre persone, due volontarie di 18 anni, si erano già sedute, senza saperlo, sui posti riservati al Comune. In più, non conoscevano nemmeno gli assessori». Apriti cielo.

 

Quelle due ragazze sedute dove non dovrebbero infastidiscono i due esponenti della giunta: «Quei posti sono i nostri». Ma se Dugone, dopo i chiarimenti, accetta di sedersi altrove, lo stesso non vale per la sua collega: «L’assessore Perin – secondo il racconto di Valentina – se n’è andata arrabbiata. Noi abbiamo spostato le persone che si erano sedute sui posti sbagliati. Sottolineo che l’assessore Perin è assessore al volontariato…». Tutto finito? Magari. Continua Valentina: «La cosa che ci fa star male è che il lunedì ci telefona il segretario del sindaco, che rimarca che quelli sono i posti del Comune. Ne ho parlato con Zambon, anche lui è sconcertato da questo atteggiamento». Sconcertato da due suoi assessori che entrano a teatro gratis, com’è loro diritto, ma protestano perché non hanno i posti che vorrebbero. E da un assessore al volontariato che, durante una serata di beneficenza, lascia il teatro per protesta perché due ragazze (volontarie) erano sedute sul palco autorità, destinato a ben altre terga.

 

Toppan preferisce glissare: «Io ero seduto sui posti delle autorità, ma solo perché mi ci hanno accompagnato. E poi ho visto Dugone seduto altrove, che è rimasto fino alla fine». Il Movimento Cinque Stelle parla di «comportamenti da casta». Enpa avanza una proposta: «Quei sei posti riservati all’amministrazione potrebbero andare alle associazioni dei disabili».

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

27/12/2018

Un commiato...solidale

Nel 2019 aperto il forno crematorio di Conegliano. Con una sala commiato per i non credenti

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×