25 febbraio 2020

Castelfranco

LE COOPERATIVE SOCIALI ALLA REGIONE: NIENTE TAGLI

L’assessore regionale Coppola in visita agli spazi de “L’Incontro”

| commenti |

| commenti |

Castelfranco – La Regione discute il bilancio e le cooperative castellane lanciano un appello: niente tagli al sociale. L’assessore regionale al Bilancio Maria Luisa Coppola ha voluto vedere con i propri occhi il lavoro delle cooperative sociali castellane. È stata accolta negli spazi de “L’Incontro” di Vedelago. Ha visitato la struttura ed parlato personalmente con Bruno Pozzobon, presidente del consorzio delle cooperative “In Concerto”, una realtà che dà lavoro ad un migliaio di persone per un fatturato di 35 milioni di euro. L’incontro, in cui era presente anche il direttore generale dell’Usl 8, Renato Mason, era stato organizzato dal consigliere regionale del Pdl Amedeo Gerolimetto, membro della Commissione Sanità.

«L'appuntamento ha l'obbiettivo di far toccare con mano all'assessore Coppola – ha spiegato Gerolimetto - una realtà così importante per il nostro territorio qual'e' il mondo cooperativo essendo più di mille i soci coinvolti, tra operatori e utenti. Si tratta di una vera e propria impresa sociale. In un momento come questo, dove la questione di bilancio della Regione è particolarmente delicata, credo che avere un visione concreta e corretta di questo settore sia necessario. Ogni cooperativa ha proprie caratteristiche ed è per questo che con l'assessore le abbiamo visitate tutte incontrando operatori ed utenti: persone che vivono questa realta', testimoni preziosi pronti a fornire importanti informazioni. Non sottovalutiamo inoltre questo momento di cristi dal punto di vista occupazionale: i primi posti di lavoro che vengono messi in discussione nel momenti di crisi dell'azienda sono proprio quelli delle persone diversamente abili pertanto è importante salvaguardare le realtà cooperative perché saranno una spalla importante in questo senso».

«Sono ben lieta di poter entrare in contatto con queste realtà: per questo ringrazio Bruno Pozzobon e Amedeo Gerolimetto – ha dichiarato l'assessore al Bilancio della Regione Veneto - da sempre la linea direttiva della nostra regione ci invita a conoscere concretamente le realtà del territorio per poi intervenire in maniera diretta nelle politiche di bilancio regionale».

«Purtroppo – ha aggiunto - non riusciamo a definire in maniera esaustiva la crisi economica odierna perché non tutte le sue sfaccettature riprendono le crisi passate. È difficile intervenire, dobbiamo guardarci bene intorno e non sottovalutare nessun elemento: valutare realtà per realtà diventa quindi fondamentale; le cooperative sociali, come il consorzio 'In Concerto' di Vedelago, possono fungere da ammortizzatore sociale perché possono svolgere la funzione di veicolo per il reinserimento nel mondo del lavoro».

«Chiediamo alla Regione l'abbattimento dei contributi previdenziali e di mantenere una particolare attenzione alla legge 23/2006 sulla cooperazione sociale - ha detto Bruno Pozzobon, presidente del Consorzio 'In Concerto' -. Il Consorzio 'In Concerto' è la seconda realtà più importante nel territori dell’Usl 8, seconda solo all’azienda sanitaria».

Renato Mason, direttore generale dell’Usl 8, ha sottolineato come «la realtà cooperativa nel nostro territorio è davveroimportante perché si integra e appoggia le attività dell'azienda Usl. Il mondo cooperativo visto oggi, alla presenza di questa forte crisi economica, lo possiamo definire come un vero e proprio pezzo di Welfare».

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×