25 gennaio 2020

Nord-Est

Le mani della mafia in Veneto, 54 avvisi di conclusione di indagini

commenti |

commenti |

Le mani della mafia in Veneto, 54 avvisi di conclusione di indagini

I Carabinieri di Padova hanno notificato 54 avvisi di conclusione di indagini preliminari emessi dalla Procura Distrettuale Antimafia di Venezia nell'ambito dell'operazione 'Camaleonte' che ha portato, nei mesi scorsi all'arresto di 27 persone appartenenti a un'organizzazione criminale di matrice 'ndraghetista operante in Veneto, facente capo alla nota cosca cutrese "Grande Aracri". L'Arma sta operando nelle province di Padova, Venezia, Vicenza, Belluno, Treviso, Reggio Emilia, Parma, Crotone, Reggio Calabria e Cosenza. Nel marzo scorso, l'indagine aveva condotto all'applicazione di provvedimenti cautelari patrimoniali, per oltre 18 milioni, e personali, nei confronti di 39 soggetti, dei quali 27 tratti in arresto (13 in carcere e 14 ai domiciliari).

 

Le successive indagini coordinate dalla Procura distrettuale Antimafia di Venezia ed eseguite dall'Arma e dalla Guardia di Finanza di Mirano hanno consentito di raccogliere ulteriori importanti conferme che hanno consentito la contestazione, nei confronti di taluni degli indagati, di un'ulteriore ipotesi di associazione finalizzata alla commissione di reati fiscali e riciclaggio, aggravata dalla finalità di favorire il sodalizio di stampo 'ndranghetista. Tra i 54 avvisi figurano nuovi indagati il cui coinvolgimento è emerso nel proseguo delle indagini.

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×