09 aprile 2020

Montebelluna

Le minoranze unite contro Contarina per la gestione dei cimiteri

L’opposizione chiede un commissione ad hoc sul tema

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Le minoranze unite contro Contarina per la gestione dei cimiteri

MONTEBELLUNA – Il recente sfogo dei parroci sulla gestione di Contarina dei servizi cimiteriali ha indotto le minoranze, che da tempo segnalano il problema, a divulgare una nota congiunta per chiedere a gran voce una commissione ad hoc che analizzi la situazione e proponga un’alternativa al servizio della società di smaltimento rifiuti. I gruppi, Pd-Il futuro è adesso insieme a Il Futuro è adesso e alla consigliera indipendente Norma Marcuzzo hanno quindi illustrato i tanti problemi emersi da quanto il Comune ha ceduto a Contarina il servizio.

“Proprio quest’estate siamo intervenuti per evidenziare l’aumento dei costi per i cittadini causato dalla nuova gestione del servizio cimiteriale – spiegano le opposizioni -. Inoltre, abbiamo sottolineato la scarsa sensibilità che caratterizza la gestione Contarina. Ci teniamo anche a spiegare che durante le diverse sedute del Consiglio Comunale non sono mancati momenti in cui abbiamo ribadito questi concetti: a più riprese abbiamo segnalato l’aumento delle tariffe che pagano i cittadini in un momento difficile come quello del lutto. Gli aumenti, come dimostrato, sono stati progressivi, e nei primi anni di gestione Contarina il comune ha dovuto addirittura versare una somma nelle casse di questo ente, come previsto dalla convenzione, nonostante il servizio si sostenesse economicamente quando veniva gestito in casa”.

L’analisi prosegue: “Perciò ci sono state delle perdite per il comune nei primi anni, e un aumento vertiginoso dei costi per i cittadini. Oltre a ciò, abbiamo avuto modo di verificare che chi si occupa di questo servizio per Contarina non ha la sensibilità che deve essere presente nella relazione con l’utente. E oltre a tutto questo, come dichiarato dai parroci e da noi nel penultimo consiglio comunale, l’azienda impone le date dei funerali. Tutto ciò è inaccettabile, e nonostante le numerose segnalazioni dei cittadini che si sono aggiunte alle nostre, la maggioranza (Lega Nord, Fratelli d'Italia e Montebelluna Futura) anziché rivedere le proprie scelte o aprire un confronto, ha sempre giustificato questa situazione e difeso la scelta di affidare il servizio a Contarina”.

“È vero che nei corridoi del Comune, lontani dalle orecchie del sindaco, alcuni consiglieri di maggioranza hanno più volte manifestato una certa contrarietà e insoddisfazione verso questa situazione, ma con il loro voto continuano a sostenerla. Avevamo richiesto una commissione per fare chiarezza, ma non è mai stata convocata. Quindi ne chiediamo nuovamente la convocazione e chiediamo ai consiglieri di maggioranza che condividono le nostra visione su questa vicenda di sostenere le nostre istanze e quelle dei cittadini colpiti dall’aumento delle tariffe”.

L’insoddisfazione in città sul servizio è dilagante, tant’è che i consiglieri concludono con un annuncio: “Diversamente raccoglieremo le firme necessarie per la convocazione di un Consiglio comunale monotematico invitando la popolazione a mobilitarsi. La gestione di questo servizio, così come condotta, di fatto è diventata una tassa indiretta introdotta dall’amministrazione a beneficio di Contarina e applicata ai cittadini in un momento di grave difficoltà. Intanto, se il Sindaco ha veramente a cuore la questione come dice, proponga all'assemblea dei sindaci del Consorzio Priula un netto abbassamento delle tariffe cimiteriali, e faccia valere lo sbandierato "peso" di Montebelluna in quella sede”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×