10 aprile 2020

Treviso

Via libera alla caccia alle volpi: 1050 esemplari da abbattere

Il Tar respinge il ricorso degli animalisti e dà ragione alla Provincia

| commenti |

| commenti |

Via libera alla caccia alle volpi: 1050 esemplari da abbattere

TREVISO - Via libera all'abbattimento delle volpi.

Il piano provinciale di soppressione di questi animali, in seguito alla petizione firmata da 65mila cittadini, tra cui Brigitte Bardot, e al ricorso presentato contro gli abbattimenti da Lav, Enpa e Oipa, lo scorso maggio, era stato sospeso. La provincia aveva detto stop al programma triennale che prevedeva l'uccisione di 1050 cuccioli e adulti di volpe. Ma ora, a distanza di pochi mesi, i giudici del Tar hanno archiviato la sospensione: il piano di contenimento delle volpi, adottato con il via libera dell'istituto nazionale fauna selvatica, ha tutti i presupposti in regola per essere attuato. E, per la legge, è lecito.

 

Il programma triennale 2014-2016 presentati dal presidente Leonardo Muraro prevedeva la caccia alle volpi di giorno e di notte, e pure in tana con l'aiuto dei cani. Nella Provincia di Treviso si stiam ci siano circa 4000 volpi. 1050 di queste, vanno uccise.

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×