29/06/2022possibili piogge

30/06/2022poco nuvoloso

01/07/2022poco nuvoloso

29 giugno 2022

Conegliano

L'idea di Yana diventa realtà: sabato da Conegliano partirà un camion carico di aiuti per l'Ucraina

Yana è stata aiutata dalla Protezione Civile-Cavalieri dell’Etere. All'iniziativa ha aderito anche l'ordine dei farmacisti di Treviso

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

L'idea di Yana diventa realtà: sabato da Conegliano partirà un camion carico di aiuti per l'Ucraina

CONEGLIANO - Un camion carico di beni di prima necessità per aiutare il popolo ucraino. Partirà sabato dalla sede della Protezione Civile-Cavalieri dell’Etere di Conegliano, e porterà cibo e medicinali alle popolazioni messe in ginocchio dal conflitto tra Ucraina e Russia. L’ideatrice del progetto è Yana Gayeva, 27enne di origini ucraine che abita a Conegliano.

 

“Vivo qui da 20 anni – spiega la giovane -. In Ucraina ci sono mio zio, che abita a Leopoli, i miei nonni e mio cugino, che si trovava a Kiev. Fortunatamente è riuscito a tornare a Leopoli”. “Ho lanciato quest’idea per dare una mano a tutti quelli che stanno pagando le conseguenze di questa guerra – aggiunge la 27enne -. Tanta gente sta soffrendo ed è costretta a nascondersi”. Yana è stata aiutata dai Cavalieri dell’Etere, che hanno organizzato una raccolta di beni di prima necessità. Stanno raccogliendo cibo a lunga conservazione e per neonati, pannolini, medicinali, kit di primo soccorso, bende sterili, disinfettanti, elastici emostatici.

“Stiamo definendo il luogo e la data di arrivo - spiega ancora Yana -. Non mi aspettavo tutta questa solidarietà. Lì ci sarà mio zio, che sta già aiutando la popolazione locale portando cibo e pannolini alle persone che sono in coda nelle stazioni”. “Raccogliamo materiale fino a venerdì – rende noto Gabriele Padoan, presidente dei Cavalieri dell’Etere -. Insieme al comune apriremo anche un conto corrente per lanciare una raccolta fondi. Qui intanto stanno arrivando parecchie famiglie: queste persone sono partite con uno zainetto e non hanno praticamente nulla. C’è bisogno di aiuto”.

 

All’iniziativa ha aderito anche l’ordine dei farmacisti di Treviso: “Verranno attivate 240 farmacie – spiega il presidente Giuseppe Losego -. I cittadini potranno acquistare e depositare personalmente nei basket di raccolta gli articoli che intendono donare. I prodotti verranno poi raccolti e inviati alla popolazione ucraina grazie ai convogli predisposti dalla Protezione Civile". 

 

“Ringrazio l’ordine dei farmacisti, che è ancora in prima linea in questa situazione drammatica”, commenta il sindaco Fabio Chies. “Anche io ringrazio l’ordine, la Protezione Civile e il territorio per aver risposto a questa chiamata”, conclude l’assessore Gaia Maschio.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×