24 febbraio 2021

Sport

Altri Sport

L'Italia della vela prende il largo, la Fiv arruola Soldini e Sirena per insegnare l'altura "top" ai futuri navigatori.

| AdnKronos |

| AdnKronos |

L'Italia della vela prende il largo, la Fiv arruola Soldini e Sirena per insegnare l'altura

Roma, 20 gen. (Adnkronos) - Il governo sportivo della vela prende il largo, puntando agli ampi respiri delle regate transoceaniche in cui i francesi sono già maestri da decenni e all'alta competitività delle regate di match race. In sintesi è questo il senso della scelta del presidente confermato della Federvela, Francesco Ettorre, dei due "pezzi grossi" Giovanni Soldini e Max Sirena, letteralmente cooptati nella Commissione Atleti nominata oggi nel primo atto del nuovo Consiglio federale per il prossimo quadriennio.

"Nel primo mandato non avevo spazio per idee nuove, bisognava prendere le misure e mettere mano all'esistente -dice Ettorre all'Adnkronos-, in questo secondo, con ben due Olimpiadi di fronte, abbiamo deciso di affrontare nuove sfide. La vela italiana deve diventare grande e prendere mare, per questo ho pensato a Giovanni Soldini per l'offshore, anche in vista di Parigi 2024, e a Max Sirena per la vela di altissimo livello competitivo. Hanno risposto subito entusiasticamente".

(segue)

Alla guida della Commissione Atleti un'altra big dello sport velico, la 35nne romana (più precisamente lidense di Ostia) Flavia Tartaglini, ultima Olimpiade a Rio 2016 con solo la sfortuna e i regolamenti a toglierle il podio, e che ha appeso il surf al chiodo solo pochi mesi fa, rinunciando ad andare a Tokyo.

"Lei è la persona giusta per il mondo olimpico, che resta il nostro faro. Flavia è alla sua prima, è molto gasata e mi fa piacere, è un bel personaggio che può ora fare esperienza in un ambito del tutto differente da quello in cui è già al vertice, è carica e ha le competenze che tutti sappiamo. La persona giusta per dare il brio necessario a questa nuova avventura".

(segue)

Quarto membro della Commissione Ivan Branciamore, consigliere federale con una vasta esperienza nel settore giovanile, altro campo su cui la Fiv vuole puntare. "Nelle prossime settimane -dice Ettorre- presenteremo un progetto rivolto ai giovani per il mondo dell'altura e abbiamo voluto coinvolgere Max e Giovanni che sono esterni. In generale è l'interno della federazione sportiva che si vuole aprire al mondo".

Da statuto, sottolinea il presidente Fiv, "possiamo avere un quinto membro in Commissione, ma per il momento avevo la necessità di chiudere tutte le partite aperte per la nuova Fiv. Da ora avremo il tempo per chiamare un'altro atleta, sempre in quest'ottica". Tra gli italiani "oceanici" spiccano oggi le figure di Ambrogio Beccaria, primo vincitore italiano della Minitransat in quasi 50 anni di storia della transatlantica, e Giancarlo Pedote, unico italiano in corsa, e nel gruppo di testa (al momento è settimo) al Vendée Globe. "Ambrogio è già coinvolto nel progetto Mini650 ed è un atleta di altissimo valore, è già dei nostri. Per Giancarlo, altro grandissimo, vedremo quando arriverà a Les Sables d'Olonne, per ora lasciamolo navigare. La scelta del quinto membro -assicura infine Ettorre- verrà dal mondo dell'altura".

 



AdnKronos

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×