08 agosto 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

LUCI E OMBRE SULLA VENDEMMIA 2009

Il Pinot grigio ha sofferto ma il Prosecco promette bene

| |

| |

LUCI E OMBRE SULLA VENDEMMIA 2009

Valdobbiadene – Luci e ombre sulla vendemmia 2009.

In Veneto le piogge di fine estate hanno portato vigore ai grappoli e hanno indirizzato la lancetta delle previsioni verso un probabile segno positivo, grazie a un incremento delle rese delle uve. Ma nel Trevigiano si è assistito a una minor produzione del Pinot grigio, già ampiamente prevista nei mesi scorsi. Promettono buone performance invece le uve Prosecco.

E’ quanto emerge dalla seconda indagine vendemmiale, effettuata congiuntamente nella prima settimana di settembre da Ismea (Istituto servizi per il mercato agricolo) e Unione Italiana Vini.

“Le condizioni climatiche hanno permesso uno sviluppo vegetativo piuttosto regolare - spiega Arturo Semerari, presidente Ismea - sebbene di qualche giorno in anticipo sulla media stagionale in tutte le zone a maggiore vocazione viticola”.

A livello regionale il buon soleggiamento dei mesi di luglio e agosto ha permesso un’ottima invaiatura e un’eccellente maturazione favorendo la qualità delle uve che, peraltro, non hanno subito particolari attacchi da agenti patogeni. I primi dati della vendemmia parlano di una gradazione zuccherina superiore rispetto a quella dello scorso anno.

Se le previsioni dei primi di settembre verranno confermate, con la vendemmia 2009 l’Italia tornerà ad occupare il secondo posto nella classifica dei Paesi produttori, guidata – ad eccezione dello scorso anno – dalla Francia.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×