25/01/2022nubi basse

26/01/2022nuvoloso

27/01/2022nebbia

25 gennaio 2022

Vittorio Veneto

MA QUANTO MI COSTI!

Studiare costa fatica, si sa. Ma anche euro... tanti euro.

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Vittorio Veneto - Sono da presentare entro fine marzo le domande di iscrizione al nuovo anno scolastico per gli alunni delle scuole superiori vittoriesi.

Abbiamo cercato di capire, su segnalazione di alcuni studenti preoccupati per la cifra che i genitori dovranno “sborsare” pur trattandosi di scuola dell’obbligo fino ai 16 anni, qual è l’importo del contributo d’Istituto che andrà versato a seconda della scuola: Liceo Flaminio e gli Istituti Beltrame, Città della Vittoria e Munari.

La cifra varia da scuola a scuola in relazione a quanto deliberato dai singoli consigli d’istituto sulla base del numero degli iscritti, dei contributi statali percepiti e delle attività svolte, in primis i laboratori. Importi che, dalla nostra ricerca, sono più importanti per gli istituti professionali, con in testa l’istituto alberghiero, minori per i licei.

“I costi delle iscrizioni all’Alberghiero sono elevatissimi, perché collegati ai costi delle attività pratiche dei laboratori” conferma il preside Di Nunno, riferendosi agli importi che variano dai 190 euro ai 290 euro a seconda dell’anno e dell’indirizzo frequentato all’alberghiero. Importi elevati perchè nei vari laboratori vengono impiegate materie prime, il cui costo è lievitato enormemente negli ultimi anni. E il preside è consapevole del cospicuo peso che queste tasse hanno sulle famiglie dei suoi alunni: per questo ad inizio anno aveva convocato un’assemblea pubblica dei genitori per spiegare perché costa così tanto iscriversi all’IPSSAR. E aggiunge “I contributi a carico delle famiglie sono indispensabili perché le risorse ministeriali sono gravemente insufficienti”.

Gli importi per chi si iscrive alle classi dell’Istituto Città della Vittoria, ovvero IPSIA, ITC, ITIS e IPSSC, variano dagli 80 ai 130 euro. La tassa contempla le spese sostenute dall’istituto per cancelleria, laboratori (meccanica, elettronica e informatica) oltre a servizi vari. Rispetto allo scorso anno si segnala un –10 euro per chi quest’anno si iscriverà all’IPSC, ovvero l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali.

Più 5 euro rispetto all’anno scolastico in corso invece per chi frequenterà il Flaminio, liceo classico o scientifico: l’importo è di 80 euro per il biennio, 85 euro per il triennio e contempla spese di assicurazione, fotocopie, libretto scolastico, cancelleria, libretto e laboratori.

Infine l’Istituto d’Arte Munari: non nascondiamo le difficoltà riscontrate per sapere quale sarà il contributo che gli alunni dovranno pagare; il dato, che è pubblico e può essere comunicato a chiunque lo richieda, siamo riusciti a saperlo dopo però un primo rifiuto da parte della preside: 150 euro la tassa d’istituto per chi si iscriverà all’anno 2010/2011.

 

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×