18 aprile 2021

Cronaca

Ma voi lo indossereste un gioiello a forma di Covid?

Cosa non si fa e purtroppo si fa in tempi di pandemia: di tutte le paure un ciondolo

| Emanuela Da Ros |

immagine dell'autore

| Emanuela Da Ros |

Barbara Abaterusso, Covid19

Nel marzo di quest’anno, in piena quarantena, quando il Covid-19 cominciava a diventare quello spauracchio che tuttora ci spauracchia, una cioccolateria francese ha pensato di creare delle uova di Pasqua a forma di Coronavirus. Non so quanti le abbiano comprate, quanti le abbiano mangiate, quanti - ricevendole in regalo - le abbiano buttate nel sacco dell’umido. Io, che amo il cioccolato più dei diamanti, lo avrei fatto.

Comunque poi le notizie amene intorno al Covid mi erano sfuggite o avevo lasciato che fluissero lontane da ogni pruriginosa sbirciatina.

Se non che ora che il Covid rispalanca le fauci, sfogliando annoiata una rivista di “accessori” (in omaggio-si-fa-per-dire con un’altra rivista) vedo la pubblicità pagina-intera (leggi: parecchio costosa) di un “gioiello covid”.

La designer Barbara Abaterusso ha pensato di realizzare un ciondolo in argento annerito con rubini e zaffiri gialli (a richiesta in oro e platino) che si chiama Co-Vid (perché non ci siano dubbi, o forse sì) e che ha la forma del virus pandemico. Fierissima della sua idea (non nuova peraltro visto che nel maggio scorso una gioielleria russa, la Dr. Vorobev, aveva messo in commercio un ciondolo-virus in argento al modico prezzo di 15 euro), la designer sulla pagina online “gioiellis” dichiara che “durante il lockdown cercava un’immagine che potesse fermare il tempo, un piccolo oggetto d’arte capace di sublimare le emozioni e offrirsi al mondo come simbolo di rinascita”.

Rinascita il simbolo del Covid-19? Nelle parole della designer - a cui purtroppo sto facendo pubblicità - non so se trovare quell’humor nero caratteristico degli anglosassoni fighi o un elementare pessimo gusto. Che è pure in commercio.

 



foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×