28/05/2022temporale

29/05/2022nuvoloso

30/05/2022nuvoloso

28 maggio 2022

Mogliano

Mogliano, parco fotovoltaico: “Uniamo le forze e facciamo fronte comune”

L’opposizione presenta una mozione per sostenere l’approvazione della legge in Regione per regolamentare l’installazione dei pannelli solari sui terreni agricoli

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Il Comune di Mogliano unito contro la creazione del parco fotovoltaico

MOGLIANO VENETO – La possibile creazione di un nuovo parco fotovoltaico alle porte della città su un’area agricola di 87mila metri quadri ad opera della società privata Sicet srl di Bolzano continua a far preoccupare e discutere Mogliano Veneto.

Si tratta di una proposta che ha trovato la ferma contrarietà degli esponenti del Comune di Mogliano Veneto, tra cui il sindaco con delega all’ambiente Davide Bortolato. “Le norme attualmente in vigore da parte della Regione sono fortemente limitate nel poter normare il fenomeno sempre più incalzante degli impianti fotovoltaici a terra sui terreni agricoli - si legge nella nota firmata dai Consiglieri di opposizione -. Tuttavia, la sensibilità bipartisan palesata pubblicamente sul tema da parte del nostro Sindaco e da altri esponenti della Lega e del Partito Democratico è un fatto inedito ma positivo che ci può permettere di vincere questa battaglia.

Come fu anni addietro per l’inceneritore di Bonisiolo, come lo è stato qualche settimana fa per chiudere la partita del derivato, crediamo che anche in questa battaglia cruciale per il futuro della nostra città bisogna unire le forze e formare un fronte comune.

Per questo abbiamo presentato una mozione in Consiglio Comunale, che oltre a raccogliere politicamente l’opposizione unanime all’opera fa un passo in più: chiede alla Regione di velocizzare l’iter di approvazione del progetto di legge n. 97, che norma proprio l’individuazione delle aree inidonee alla realizzazione di impianti fotovoltaici con moduli ubicati a terra”.

“Quella del nuovo parco fotovoltaico – concludono i Consiglieri di opposizione – è la triste storia che caratterizza dagli anni del boom economico il nostro territorio: si costruisce un’opera viaria per deviare il traffico veicolare, violando pezzi di campagna incontaminata, che nel giro di qualche anno acquista valore e diventa preda di interessi che ne determinano il definitivo inurbamento”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×