21/05/2024rovesci di pioggia

22/05/2024possibili temporali

23/05/2024nubi sparse e temporali

21 maggio 2024

Cronaca

La moglie lo tradisce, lui lo scopre grazie ai pappagalli che ripetono: "Mio marito non è in casa, vieni".

Gli animali sono stati portati in tribunale in veste di testimoni

|

|

pappagalli

Due improbabili testimoni al centro di una causa di divorzio stanno attirando l'attenzione e la curiosità del web. Si tratta di due pappagalli, protagonisti in tribunale a Istanbul, in Turchia, come testimoni “oculari” della vicenda. Tutto ha avuto inizio quando un uomo, sospettando l'infedeltà della moglie, ha notato un comportamento insolito nei suoi due pappagalli domestici. I volatili, noti per la loro capacità di ripetere frasi udite nell'ambiente circostante, hanno cominciato a squittire una particolare frase: "Mio marito non è in casa, vieni".

L'uomo, sconvolto dalla rivelazione, ha scoperto che quella frase era utilizzata dalla moglie per avvertire il suo amante, mentre il marito era fuori casa. Questo tradimento scoperto grazie ai "testimoni" piumati è diventato il fulcro di una battaglia legale che ha portato la coppia di pappagalli davanti al tribunale.

La richiesta di portare i due volatili in tribunale come testimoni è stata concessa, suscitando scalpore e divertimento sul web. L'avvocato ha condiviso sui social media un'immagine dei due pappagalli di fronte al Palazzo di Giustizia, che è diventata virale in poco tempo.Ora spetta al giudice valutare tutte le prove del caso, compresa la testimonianza dei pappagalli, e decidere se riconoscere l'addebito al marito tradito o no. Secondo la legge turca, l'adulterio è una delle motivazioni previste per richiedere il divorzio. Resta da vedere se i due pappagalli decideranno di "parlare" anche davanti al giudice.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×