25 ottobre 2020

Treviso

MOM: possibili disagi causati dagli orari provvisori nelle scuole, per i ritardi nelle nomine

Mobilità di Marca risponde alla mamma che accusava: “A scuola distanziati in pullman come sardine”

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

MOM: possibili disagi causati dagli orari provvisori nelle scuole, per i ritardi nelle nomine

TREVISO MOM ha diffuso una precisazione sulle ragioni che potrebbero aver creato alcuni disagi agli studenti pendolari: “I servizi del trasporto sono organizzati come da orario di esercizio invernale entrato in vigore il 14 settembre, programmato in base agli orari definitivi comunicati dagli istituti scolastici. Ricordiamo che gli attuali orari provvisori degli istituti sono per lo più causati da ritardi nelle nomine del personale scolastico, una carenza strutturale le cui conseguenti disfunzioni non dovrebbero ricadere sulle aziende di trasporto.

 

MOM sta affrontando la fase di avvio dell’anno scolastico inviando rinforzi dove possibile. Ove non sia possibile inviare rinforzi, in particolare per le uscite anticipate tra le ore 11:00 e le ore 12:00 è indispensabile fare appello alla collaborazione della Clientela invitata ad utilizzare i servizi immediatamente precedenti o successivi secondo il programma di esercizio comunicato. Tale raccomandazione vale ancor più nella situazione emergenziale che ci troviamo ad affrontare, con conseguente riduzione dei passeggeri trasportabili.

 

Ricordiamo che il DPCM 7/9/2020 ha definito il carico massimo consentito su ogni mezzo (80% della capienza da omologazione) e impone, in caso di raggiungimento del carico consentito, di proseguire senza servire le fermate successive. La criticità appare tuttavia destinata a rientrare con l’introduzione degli orari definitivi da parte degli istituti scolastici. È quindi indispensabile la massima collaborazione da parte di scuole, famiglie e studenti, in questa fase transitoria. Naturalmente MOM sta facendo la sua parte”.

 

In merito alla corsa a cui si riferisce la foto dell’articolo di ieri sulla linea Castelfranco/Montebelluna MOM aggiunge: “Il mezzo porta l’indicazione della capienza ridotta all’80%, pari a 105 posti disponibili. Il controllo passeggeri che avviene capillarmente in tutte le autostazioni, conferma la partenza dal capolinea Castelfranco con 65 persone a bordo. Successivamente l’autobus carica gli studenti alle fermate in via San Pio X fino a raggiungimento del limite consentito”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttore responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×