24/05/2024possibili piogge

25/05/2024velature sparse

26/05/2024poco nuvoloso

24 maggio 2024

Montebelluna

Montebelluna celebra la Giornata internazionale dei diritti delle donne

Tutte le iniziative in città

|

|

8 marzo

MONTEBELLUNA - Laboratori, conferenze, visite guidate, una passeggiata di sensibilizzazione: sono alcune delle iniziative inserite nel palinsesto di eventi promossi dall’amministrazione comunale di Montebelluna in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle donne che si celebra l’8 marzo. Una proposta eterogenea, frutto del lavoro e coordinamento dei Servizi Comunali (Cultura, Servizio Pubblica Istruzione, Sociali), Museo civico e Meve e Biblioteca anche con in collaborazione con associazioni e realtà del territorio. Commenta l’assessore alla cultura e alle pari opportunità, Maria Bortoletto: “Grazie alla collaborazione tra i Servizi comunali e alcune associazioni del territorio, abbiamo messo a punto una selezione di iniziative rivolte ad un pubblico eterogeneo, dagli adulti ai più piccoli, con una programmazione caratterizzata da un unico filo conduttore: quello di riflettere sulla condizione della donna ieri ed oggi e offrire occasioni per promuovere una cultura della parità di genere, del rispetto e, in definitiva, della non violenza”.

Prosegue il sindaco, Adalberto Bordin: “Rispetto per le donne e parità di genere sono valori universali e fondamentali per una comunità rispettosa ed inclusiva che devono accompagnare ciascuno tutto l’anno e non solo ad intermittenza.Anche per questo, l’amministrazione ha voluto trasformare la ricorrenza dell’8 marzo da giorno per celebrare le conquiste e l’emancipazione delle donne in un’opportunità per contrastare le discriminazioni. L’intento è quello di far sì che l’8 marzo non sia solo una data sul calendario da celebrare ma uno stimolo per coltivare una politica a favore dell’uguaglianza dei diritti superando quei retaggi che, purtroppo, spesso, abitano le menti ed i comportamenti quotidiani e rappresentano l’anticamera di quella violenza di genere che condanniamo con decisione.

PROGRAMMA

Venerdì 8 marzo, ore 9:00 e ore 10:30 | Auditorium della Biblioteca comunale
"Una donna sola"
Rappresentazione teatrale in due repliche presso l'auditorium della Biblioteca, rivolta alle ultime tre classi della Scuola Secondaria di 2° grado, cura di Zelda Teatro srl. Spettacolo di Dario Fo e Franca Rame, con Marica Rampazzo, regia di Filippo Tognazzo.
Farsa e tragedia, ironia e sarcasmo, amore e molestie: chiusa a chiave nel suo appartamento, Maria parla della sua condizione a un’immaginaria dirimpettaia, cercando di resistere alle richieste sessuali del cognato (ingessato dalla testa ai piedi), alle avances di un maniaco telefonico, alle occhiate indiscrete di un voyeur, all’insistenza di un giovane amante e infine alla violenza psicologica di un marito prevaricatore.

Venerdì 8 marzo, ore 18:00 | Museo civico
Sashiko, archeologia e una tazza di tè
Laboratorio conversazione in mostra Futuro Agenda 2030 dove resti di tessuti millenari faranno da sfondo ad una prova pratica di Sashiko, l’antica tecnica di cucito giapponese per riutilizzare tessuti in buono stato. Sarà il nostro modo per festeggiare l’8 marzo: un tempo disteso. Ingresso gratuito, su prenotazione.

Venerdì 8 marzo, ore 20.30 | MeVe
Donne in guerra 1914-1918 - Conferenza a cura di Paolo Pozzato
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Istresco di Treviso e sarà introdotto dalla sua presidente, dott.ssa Chiara Scinni, autrice di numerosi contributi sulla storia di genere nel Trevigiano. Pozzato, docente di storia e filosofia e ricercatore esperto di storia militare, collabora da anni con l’ISTREVI, Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Vicenza “Ettore Gallo”. Autore di decine di saggi sul primo conflitto mondiale, Pozzato propone uno sguardo di respiro internazionale sul ruolo delle donne durante la Grande Guerra. Se la storia di genere ha visto negli ultimi anni un notevole sviluppo, le indagini sul rapporto delle donne con il conflitto che ha originato il XX secolo ha visto una seria crescita di interesse per lo più solo con il centenario della Prima Guerra Mondiale. Ma il rapporto della figura femminile con un conflitto eminentemente maschile è molto più articolato e complesso di quanto si ritiene: esso si colloca idealmente alla fine di un'epoca e all'inizio di una nuova era di rapporti e di identità. Conserva quindi le contraddizioni di entrambe, che meritano certamente di essere rilette ed esaminate anche alla luce delle problematiche poste dal presente.
Per info e prenotazioni: 0423 617539 – 617479; info@memorialegrandeguerra.it

8 marzo da leggere | Biblioteca comunale
In biblioteca verrà allestito uno scaffale tematico e di consigli di lettura per ricordare le battaglie politiche e sociali delle donne per vedere riconosciuti i loro diritti, porre l'accento sulla parità di genere e dar voce attraverso saggi e romanzi alle diverse prospettive femminili.

Domenica 10 marzo, ore 9.30 / Partenza dal MeVe
“Di Pari Passo”
Il Comune patrocina l’evento promosso dall’associazione Ambra, dal Centro antiviolenza Stella Antares e dalla cooperativa Una Casa per l’Uomo: una passeggiata di circa 5 km sul Montello per tutti e tutte verso il rispetto, la libertà, la parità Il titolo della manifestazione non è casuale: con "Di Pari Passo" si vuole ribadire il messaggio che la parità tra uomo e donna, nelle libertà e nel rispetto reciproco, è un obiettivo ancora lontano, ma va cercato tutti insieme, perché va a beneficio di tutta la comunità. Offerta libera. Il ricavato sarà interamente devoluto al Centro Antiviolenza Stella Antares. Dalle ore 9.00 alle ore 9.30 i partecipanti sono accolti al Meve. La partenza per tutto il gruppo è alle ore 9.30. È vietato partire prima del "via" ufficiale e da soli, perché le strade non sarebbero presidiate. Il termine della camminata è previsto alle ore 11.30, con ristoro finale al MEVE. Con l'iscrizione i partecipanti accettano il presente regolamento sollevando l'organizzazione da ogni responsabilità civile o penale per danni eventuali a cose o persone, prima, durante e dopo la manifestazione. In caso di maltempo, l'evento sarà rinviato a data da definire.
Per iscrizioni consultare Eventbrite (l’iscrizione garantisce la partecipazione e un utile omaggio ricordo). Per iscrizioni via mail o informazioni: diparipassomontebelluna@gmail.com oppure tel. 3493417706 (Debora)

Domenica 10 marzo 2024, dalle ore 15.00 | MeVe
Visita guidata“A bordo pagina” - storie di donne in guerra
Visita guidata tematica tra le sezioni del MeVe dedicata all’esplorazione del ruolo femminile nell’ambito della Grande Guerra e dei conflitti del ‘900. Il percorso dedicato al pubblico sarà arricchito dai contenuti elaborati nell'ambito dei PCTO svolti dalle studentesse Lisa Costa e Giorgia Pesce del liceo "Angela Veronese" di Montebelluna, valorizzando il rapporto costante in essere tra il MeVe e le istituzioni scolastiche nello sviluppo di percorsi educativi.
Turni di vista alle ore 15.00, 16.00, 17.00. Durata della visita: 1 ora Per info e prenotazioni: 0423 617539 – 617479 (Museo); info@memorialegrandeguerra.it
 

 



 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×