29/05/2024nuvoloso

30/05/2024pioggia

31/05/2024temporale

29 maggio 2024

Montebelluna

Montebelluna, fino a 4000 euro di contributi dal Comune per chi cambia la caldaia con una più efficiente

Prorogato fino a maggio il termine per presentare le domande

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

Adalberto Bordin

MONTEBELLUNA - C’è tempo fino al 2 maggio per presentare le domande per ottenere i contributi per l’efficientamento di impianti termici civili erogati dal Comune di Montebelluna. Per dar modo a più cittadini di presentare le domande, il Comune ha deciso di prorogare di un mese la scadenza fissata originariamente per presentare le domande relative al bando per il quale per la prima volta l’amministrazione comunale ha deciso di stanziare 25mila euro con l’obiettivo di sostenere le famiglie che decidono di sostituire impianti termici con nuovi impianti a elevata efficienza energetica e a ridotte emissioni in atmosfera.

Possono chiedere il contributo i cittadini di abitazioni singole o condominiali che sostituiscono una caldaia installata da almeno 10 anni con una caldaia a condensazione a gas, o con “sistema ibrido” (caldaia a condensazione a gas + pompa di calore ad alta efficienza) o con pompa di calore ad alta efficienza, a servizio dell’impianto termico autonomo o condominiale centralizzato, per il riscaldamento e per l’eventuale produzione di acqua calda sanitaria. Possono beneficiare del contributo sia gli impianti autonomi che gli impianti centralizzati di condomini.

L’entità del contributo diretto varia in base alla tipologia dell’intervento da effettuare ed alla potenza termica utile complessiva dell’impianto installato a partire da un minimo di 1000 euro (per la sostituzione caldaia a gas con nuovo generatore a condensazione a gas di non oltre 35 KW autonomi) ad un massimo di 4.000 euro per sostituzione caldaia a gasolio con pompa di calore ad alta efficienza o con sistema ibrido (caldaia a condensazione a gas + pompa di calore ad alta efficienza) di oltre35 kW* a gasolio (autonomi e condominiali).

È ammessa una sola istanza di contributo per il medesimo intervento di installazione. Ciascun richiedente può presentare domanda di contributo relativamente ad un solo impianto, fatturato e registrato in CIRCE (con esito positivo) tra il 1.1.2024 e il 30.11.2024. Un amministratore di condominio può presentare domande per più condomini. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre il 2 maggio 2024. La documentazione, invece, dovrà essere integrata successivamente entro il 30.11.2024. Una volta accertata la rispondenza dei requisiti a quelli richiesti dal bando, il Comune procederà alla formazione dell’elenco degli ammessi rispettando l’ordine cronologico di protocollazione. La graduatoria sarà pubblicata sul sito internet del Comune entro il 3.6.2024.

Commenta il vicesindaco, Claudio Borgia: “Per la prima volta l’amministrazione ha deciso di stanziare 25mila euro per questo bando finalizzato a contribuire economicamente alla spesa di chi decide di optare e acquistare una caldaia più performante, sostenibile e meno inquinante. Si tratta di un contributo che può variare da 1.000 a 4.000 euro rivolto sia per chi utilizza un impianto autonomo che un impianto condominiale. In entrambi i casi l’obiettivo è quello di favorire gli investimenti verso tecnologie sostenibili con il doppio vantaggio di inquinare meno e contenere i costi delle bollette per l’energia elettrica utilizzata in ambito residenziale Trattandosi di una prima edizione, abbiamo deciso di estendere i termini per la presentazione delle domande, dando ai cittadini un mese in più di tempo per partecipare al bando”.

Aggiunge il sindaco, Adalberto Bordin: “Quella promossa dal Comune è un’ulteriore azione nell’ambito delle politiche green portate avanti dall’amministrazione comunale. Un’azione che, in questo caso, si rivolge direttamente ai cittadini che potranno beneficiarne economicamente di un contributo a fronte di un investimento nel cambio caldaia e che si aggiunge ai numerosi interventi operati dall’ente a favore dell’ambiente: dagli investimenti per la rigenerazione urbana, alle azioni di efficientamento energetico in molti edifici pubblici così come nella riqualificazione dell’illuminazione pubblica. Operazioni che hanno un risvolto sia in termini ambientale che economici, con un risparmio notevole per le casse comunali rispetto alla spesa per l’energia elettrica”.
 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×