03 aprile 2020

Nord-Est

Morte di Domenico, interrogati gli ospiti dell'hotel

| commenti |

| commenti |

Morte di Domenico, interrogati gli ospiti dell'hotel

PADOVA - Oltre ai compagni di classe di Domenico Maurantonio, lo studente padovano di 19 anni precipitato dalla finestra del quinto piano dell'hotel milanese dove si trovava per una gita, investigatori e inquirenti hanno ascoltato alcuni ospiti dell'albergo, per ricostruire quanto accaduto la notte tra il 9 e il 10 maggio scorso.

 

Da quanto si è saputo, nessuno degli ospiti interrogati avrebbe segnalato situazioni anomale, come urla o rumori sospetti nell'area dell'edificio dove si trovavano i ragazzi. Secondo quanto è emerso dai rilievi, inoltre, Maurantonio sarebbe caduto 'a piombo', in parallelo alla parete dell'hotel. Slip e pantaloncini sono stati ritrovati vicino al cadavere. E gli agenti della Squadra mobile, coordinati dal pm di Milano Claudio Gittardi, stanno vagliando diverse ipotesi: gli indumenti, infatti, potrebbero essere caduti insieme a Maurantonio oppure essere stati gettati da una delle finestre da una persona che potrebbe aver assistito all'episodio.

 

Dagli interrogatori è emerso che alcuni studenti, la mattina del 10 maggio, si erano accorti dell'assenza del compagno di classe, che aveva lasciato sul comodino della sua stanza occhiali, portafoglio e telefono cellulare. Nessuno, però, avrebbe segnalato l'anomalia ai professori. Un comportamento che potrebbe anche essere interpretato come un tentativo di 'coprire' Maurantonio evitando di segnalare la sua assenza, nell'ipotesi che il 19enne si fosse allontanato temporaneamente dalla sua stanza, come a volte avviene durante le gite scolastiche.

 

Gli inquirenti sono in attesa, intanto, dei risultati degli esami tossicologici, genetici e medico-legali sul cadavere dello studente, che dovrebbero arrivare nei prossimi giorni, affidati dal pm a tre consulenti.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×