29 novembre 2020

Oderzo Motta

Motta, occhio all'autovelox

Troppi incidenti lungo la Postumia, l'amministrazione corre ai ripari

|

|

speed check

MOTTA DI LIVENZA - Occhio alla velocità lungo la regionale. L´Amministrazione pubblica annuncia l´installazione di due nuovi impianti autovolex che veglieranno sulla Postumia.

I sistemi di rilevamento della velocità saranno posizionati tra pochi giorni all´incrocio con le vie Quartarezza e Muggia, dove il limite è fissato a 70 km orari

Una zona in passato teatro di parecchi incidenti anche molto gravi, come i due mortali di non molto tempo fa. Nel marzo dell´anno scorso vi perse la vita il 48enne sacilese Luca Segat. Mentre nel 2013 perse la vita Adelaide Marinacci, 75enne di Pasiano. 

Dopo il primo sinistro, nell’agosto 2013 il sindaco Paolo Speranzon segnalò in regione la pericolosità del tratto, proponendo un progetto di allargamento della carreggiata. Il 25 ottobre di quell’anno la regione ridusse il limite a 70 km/h. Criticità segnalate anche nell’aprile 2015 con incidenti causati dai nuovi guardrail che riducono la visibilità di manovra.

A giugno l’amministrazione propose e ottenne dalla Provincia uno studio di fattibilità per la messa in sicurezza dell’area. In assenza di investimenti, l’esecutivo locale ha chiesto, e ottenuto, di installare almeno i rilevatori di velocità. Altro svincolo pericoloso si trova a poche centinaia di metri di distanza, sempre lungo la Postumia, all’altezza dello svincolo di Borgo Marconi per Meduna.

Anche qui incidenti in serie: l’ultimo martedì sera tra due auto, senza per fortuna gravi conseguenze.

"Ma gli incidenti sono continui e anche qui sarebbe importante un intervento" spiegano alcuni residenti.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×