31 marzo 2020

Treviso

La mozione della discordia

È quella presentata da Marina Buffoni (AN)

| admin | commenti |

immagine dell'autore

| admin | commenti |

Marina Buffoni, consigliere comunale per le file di An, aveva presentato nelle scorse settimane una mozione contro la droga, il doping, l’alcol ed il traffico illecito di sostanze stupefacenti fra i giovani invitando l’Amministrazione a mettere in atto nuove iniziative contro tali fenomeni. Avrebbe dovuto essere discussa ieri sera in consiglio comunale, ma Buffoni ha chiesto che fosse sospesa per permettere alla maggioranza di ampliare la discussione e magari approfondire. In realtà la decisione era stata presa già durante l’incontro tra i capigruppo avvenuto martedì sera. Quando la mozione era stata resa pubblica, aveva suscitato qualche malcontento tra le stesse fila della maggioranza di centrodestra; qualcuno aveva affermato di non esserne al corrente, altri che la mozione prestava il fianco della maggioranza a facili attacchi dell’opposizione che avrebbe potuto ritenerla un’ammissione di carenza di iniziative sull’argomento. E ovviamente si è parlato subito di crisi di governo. Qualcuno poi aveva tacciato Buffoni di troppo esuberanza e manie di protagonismo. “Non è esuberanza bensì un dovere _ afferma la consigliere comunale _ dal momento che sono stata eletta consigliere rappresento i cittadini coneglianesi, tutti non solo quelli mi hanno votata. Raccogliere le loro istanze e presentare proposte sta all’interno del mio ruolo. La mozione che ho presentato non era per dire che la Giunta non ha fatto nulla sull’argomento, ma piuttosto per dare l’occasione per fare di più. La Giunta sta facendo un ottimo lavoro, ma di spunti di miglioramento c’è sempre bisogno”.

 



foto dell'autore

admin
inserire qui una descrizione del giornalista

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×