21 febbraio 2020

Mogliano

RIFORMA GELIMINI: IL FUTURO DELLA COLLODI

Tagli nei due circoli didattici di Mogliano, che dirigono 18 plessi scolastici

| commenti |

| commenti |

RIFORMA GELIMINI: IL FUTURO DELLA COLLODI

Mogliano - Dopo la riforma Gelmini, la scuola primaria Collodi di Marocco di Mogliano, sessantasette alunni in cinque classi, rischia di chiudere?

Lo teme il presidente del quartiere di Marocco Maria Paola Ossola.

Proprio qualche giorno fa importante incontro tra l'associazione di quartiere, i rappresentanti di classe, gli insegnanti e il comitato genitori.

All’esame, una situazione non semplice per il futuro della scuola, che rischia di non avere più la prima classe per l’anno scolastico 2009-2010. Il problema è semplice: la riforma scolastica impone un taglio nel numero di insegnanti e, di fatto, delle classi.

Quest’anno suddetto calcolo verrà effettuato a livello di Circolo didattico: penalizzati gli istituti periferici. Da qui il pericolo della “Collodi”, da sempre una scuola con classi poco numerose che permette dunque una preparazione attenta ed approfondita.

Proprio per questo le iscrizioni al nuovo anno scolastico sono state prorogate fino a fine di questo mese.

Dal prossimo anno i genitori potranno scegliere tra quattro offerte dell'orario scuola: 24, 27, 30 e 40 ore settimanali.

Alla Collodi oggi sono tre i rientri settimanali. I numeri dicono che la riforma si farà sentire in entrambi i circolo didattici, che prevedono 18 plessi sparsi in tutto il territorio.

Gli alunni sono attualmente 2.348: scuole dell'infanzia (7 plessi) 517 alunni; ementari (9 plessi) 1.118; scuola media (2 plessi) 713 iscritti.

 

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

18/01/2017

Canna fumaria a fuoco

Allarme martedì pomeriggio in via Bixio, nel quartiere moglianese di Marocco

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×