09 luglio 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

PROSECCO, SABATO LE AUDIZIONI PER LA NUOVA DOC E DOCG

Manzato: "Siamo ad una svolta cruciale nel percorso costruito per tutelare il Prosecco a livello mondiale"

| |

| |

PROSECCO, SABATO LE AUDIZIONI PER LA NUOVA DOC E DOCG

Valdobbiadene - E’ famoso in tutto il mondo e rappresenta l’orgoglio del territorio che lo produce. Il protagonista è sempre lui, il Prosecco, “la migliore risposta alla crisi economica”, secondo il governatore Giancarlo Galan, che ha rivolto il suo apprezzamento all’intitolazione della scuola di ristorazione di Valdobbiadene all’enologo e poeta Piero Berton, primo presidente dell'Associazione Enologi di Conegliano.

Sabato 14 marzo si prospetta un appuntamento storico per il Prosecco: si terranno, infatti, le pubbliche audizioni relative alle richieste di riconoscimento e di approvazione del disciplinare per le nuove DOCG “Conegliano Valdobbiadene” e “Colli Asolani” e per la nuova DOC “Prosecco”.

“Siamo ad una svolta cruciale nel percorso costruito per tutelare il Prosecco a livello mondiale contro le imitazioni che sfruttano il successo ottenuto dal coraggio e dal lavoro dei nostri viticoltori e in generale di quelli del Nord Est – ha riferito il vicepresidente della Giunta regionale Franco Manzato – che a partire soprattutto dal trevigiano hanno dato il via ad una enologia eroica e a un grande fenomeno spumantistico, enologico e di gusto, partendo da un uva spesso snobbata in passato”.

Ad ospitare gli appuntamenti riguardanti le Denominazioni d’Origine Controllata e Garantita sarà la Sala Borsa della Camera di Commercio di Treviso: alle 9 per la DOCG “Colli Asolani o Asolo” e alle 11 per la DOCG “Conegliano Valdobbiadene”. La pubblica audizione relativa alla nuova DOC “Prosecco” è in programma, invece, nella sede del Collegio Brandolini Rota di Oderzo, alle ore 14,30.


 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×