23 febbraio 2020

Treviso

Il caso Moschea crea dissidi tra i cristiani

Esclusa la manifestazione contro la moschea, Forza Nuova ha indetto lunedì alle 12 una conferenza a cui parteciperà Zambon. Ed è polemica

admin | commenti |

immagine dell'autore

admin | commenti |

Fioccano polemiche sul sindaco Floriano Zambon che lunedì alle 12 presso la sala dell'Informagiovani parteciperà alla conferenza stampa indetta da Forza Nuova contro l'ipotesi di aprire un luogo di culto islamico in città. La conferenza andrà a sostituire la manifestazione annunciata per questo sabato da Forza Nuova. La partecipazione di Zambon, che si è espresso in toni poco favorevoli alla moschea, alla conferenza ha destato più di una perplessità nel mondo politico coneglianese. "Voglio esprimere tutta la mia solidarietà politica e istituzionale all'assessore Enzo Perin dell'UDC per la sua coraggiosa e civilissima posizione sulla vicenda della "ipotetica" Moschea musulmana a Conegliano -commenta Eduardo Rina dell'Udc - Non prima di aver biasimato l'iniziativa (una "Conferenza-Stampa" congiunta con il coordinatore provinciale di Forza Nuova) del Sindaco di una città democratica e antifascista che celebra annualmente i valori della Resistenza e onora i suoi caduti "partigiani" nella lotta al nazifascismo. Zambon non riesce a ragionare e ad agire da Sindaco, nella confusione dei ruoli politici e istituzionali, e a scindere le sue "vicinanze e simpatie" politiche con il nazifascismo dal suo delicato compito di rappresentanza istituzionale della città! Ma Zambon crede di "governare" nella Repubblica di Salò? L'assessore Perin ha tenuto alto il senso delle Istituzioni che si devono porre al servizio dei cittadini, di qualsiasi razza, religione e opinione politica ".

 



foto dell'autore

admin
inserire qui una descrizione del giornalista

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×