30 maggio 2020

Altri sport

La pallavolista Cristina Barcellini in corsa alla Corri in rosa di domenica 17 novembre

“Importante esserci per dare un messaggio positivo, anche attraverso la prevenzione”

Altri sport

La pallavolista Cristina Barcellini in corsa alla Corri in rosa di domenica 17 novembre

SAN VENDEMIANO - C’era già stata nel 2017. Quest’anno ci tornerà non più da “camminatrice” ma da runner vera e propria. Lei è una che di sport se ne intende.

Lei è Cristina Barcellini pallavolista campionessa italiana e medaglia in tante rassegne internazionali con la nazionale, che dopo la recente maternità (Gabriele ha quasi 9 mesi) ha ripreso a giocare in serie C. Nel mentre la scoperta di una nuova passione, la corsa. Domenica 17 novembre sarà al via della sesta edizione della Corri in rosa.

Non ci sarà competizione, ma ci sarà da far vincere il messaggio positivo della manifestazione, quello della lotta contro il tumore.

La corsa delle donne per le donne di San Vendemiano vedrà tra le migliaia di partecipanti anche un’atleta che di uno stile di vita sano ha fatto il suo “mantra”. Barcellini, che vive ora a San Fior, è stata molto amata dai tifosi delle Pantere: dal 2012 al 2015 è stata giocatrice dell’Imoco Volley, con cui è stata finalista scudetto nella stagione 2012/2013.

“Sono molto contenta di poter partecipare anche quest’anno alla Corri in rosa – commenta la 32enne – c’ero già stata nel 2017, ritorno con la forte convinzione che più siamo meglio è, tutte insieme possiamo dare una mano concreta contro la lotta al tumore, in questo caso al seno”.

Un tema, quello delle donne, a cui Cristina tiene particolarmente, tanto da aver partecipato a luglio di quest’anno alla #Caorle4women, per dire no alla violenza contro le donne. “Credo davvero che lo sport o ancora prima il sano movimento – aggiunge la pallavolista – possa aiutare a stare bene. Di sicuro muoversi aiuta a mantenersi sani.

E lo sport, in questo casa la camminata, la corsa, è veicolo molto forte per promuovere tutto questo. Essere parte della Corri in rosa è per me un orgoglio, credo nella forza delle donne che insieme possono “smuovere” montagne”.

Ad aspettarla al traguardo, ci saranno il piccolo Gabriele e il papà Omar. La passione di Cristina per la corsa è nata grazie anche alla partecipazione a un contest, “The Mom Factor” lanciato dalla rivista Runner’s World, che dopo due mesi di recruitment l’ha scelta insieme ad altre 5 neomamme per seguirne la “remise en forme” dopo la gravidanza.

La “prova finale” è stata la Deejay Ten, corsa di 10 km che si è svolta a Milano domenica 13 ottobre.

“A spingermi a partecipare è stata mia sorella, che poi appunto mi ha accompagnato proprio a Milano, correndo con me – aggiunge Barcellini – lei corre anche le maratone, io a giugno, alla fine del campionato di serie C che sto disputando con il Team Spes Conegliano, vorrei correre una mezza maratona. Domenica 17 novembre intanto correrò convinta di portare al traguardo questa causa solidale e mi auguro che come me ci siano tantissime altre donne”.

Domenica 17 novembre la manifestazione firmata Maratona di Treviso prenderà il via alle 10 da via De Gasperi, di fronte al municipio. Due i percorsi, di 6 e 12 chilometri.

 

Altri Eventi nella categoria Altri sport

Si ferma anche la Belluno-Feltre: posticipata all'ottobre 2021
Si ferma anche la Belluno-Feltre: posticipata all'ottobre 2021

Altri sport

La corsa podistica, a cui partecipano anche tanti podisti trevigiani spesso in preparazione per la maratona di Venezia, dice stop a causa dell'emergenza sanitaria

Si ferma anche la Belluno-Feltre: posticipata all'ottobre 2021

BELLUNO – Niente 30 chilometri, niente mezza maratona: la Belluno-Feltre Run si ferma. Il 4 ottobre non si correrà nello splendido scenario della Valbelluna.
 

Giovanni Malagò
Giovanni Malagò

Altri sport

Intervento domenica sera in televisione da parte del presidente del Coni Malagò

Sci, Mondiali di Cortina spostati al 2022

CORTINA - Oggi, lunedì il presidente della Federazione Italiana Sport Invernali porterà nelle sedi internazionali la richiesta di spostare a marzo 2022 i mondiali di sci previsti a Cortina a febbraio 2021".
 

Ca' del Poggio_Alberto Stocco con De Biasi, Vendrame e Modolo
Ca' del Poggio_Alberto Stocco con De Biasi, Vendrame e Modolo

Altri sport

Nel giorno in cui si sarebbe dovuta correre la tappa a cronometro del Giro d’Italia, serata in rosa a San Pietro di Feletto con Sacha Modolo, Andrea Vendrame, Davide Cimolai, Franco Pellizotti

Festa in Rosa a Ca' del Poggio

SAN PIETRO DI FELETTO - Una festa in rosa per rilanciare le colline del Prosecco. Ieri, sabato 23 maggio, nel giorno in cui il Giro d’Italia avrebbe dovuto offrire l’attesissima tappa a cronometro da Conegliano a Valdobbiadene, Ca’ del Poggio Ristorante & Resort è ripartito da una cena che,...

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×