10 aprile 2020

Castelfranco

VIGILI IN SERVIZIO CON LA PISTOLA

Messi a bilancio 5mila euro per l’acquisto dell’armamento

| | commenti | (2) |

| | commenti | (2) |

Castelfranco - Dopo anni di tentennamenti, dichiarazioni che segnavano la volontà di rimandare ad un futuro non ben precisato la decisione e periodici contrasti con la Lega sul tema, alla fine la giunta guidata dal sindaco Maria Gomierato ha deciso per il “sì”. Si comprano le pistole ai vigili. Sono stati stanziati in bilancio 5 mila euro per l’acquisto dell’armamento. Da anni, ogni anno, puntualmente quando in consiglio comunale si arrivava al giorno della discussione del bilancio, la Lega faceva la stessa proposta: mettere una pistola alla cinta dei vigili.

E la risposta negativa da parte di chi ha la facoltà di donare o meno la rivoltella ai propri uomini si è ripetuta per anni. Ora, viste le sollecitazioni del Ministero più che quelle della Lega castellana, il sindaco Maria Gomierato si è deciso. I 5 mila euro a bilancio ci sono. Ora gli uomini del sindaco dovranno essere addestrati a girare armati. Determinante per quanto riguarda la tempistica dell’acquisto delle armi e della conseguente dotazione agli agenti della polizia locale, la collocazione che dovranno avere le pistole quando non saranno addosso ai vigili.

C’è la necessità di adeguare la sede del comando per la custodia delle armi da fuoco. “Appena saranno pronte le garanzie di custodia procederemo agli acquisti – ha affermato il sindaco Maria Gomierato -. Dal Ministero siamo invitati a dotare i vigili di pistola. Ci stiamo attivando in questo senso”. Non si sa di preciso quando si potranno effettivamente vedere i vigili per strada con la pistola. Dovrebbe accadere comunque entro la fine di quest’anno. L’acquisto almeno avverrà sicuramente, poi servirà del tempo per formare il personale all’uso dell’arma. Le Lega non ha mancato di sollevare l’argomento venerdì sera, quando in consiglio comunale c’è stata la discussione del bilancio. Ha presentato un emendamento in cui si chiedeva di aumentare gli euro indicati in fianco alla voce “acquisto armamento polizia locale”.

La proposta era di mettere a bilancio 15 mila euro anziché 5 mila. Soldi da spendere anche corsi di formazione. “5mila euro mi sembra una cifra irrisoria se si comprende anche la formazione degli agenti – ha sottolineato Stefano Marcon della Lega -. Per questo chiediamo la maggiorazione dello stanziamento. Nella relazione programmatica che accompagna il bilancio si scrive che ci saranno corsi di formazione, ma non si vedono stanziamenti specifici in bilancio”. “Non siamo orientati ad accogliere l’emendamento – ha risposto il sindaco Maria Gomierato -. Le armi esistono e ci stiamo attivando, ma si tratta di un argomento estremamente delicato”.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×