03 giugno 2020

Castelfranco

IL DUOMO SI RIFÀ IL LOOK PER L’ANNO DI SAN PIO X

Significativo restauro alla cantoria. La campana stonata ritornerà a battere correttamente

| | commenti |

| | commenti |

Castelfranco - Il Duomo si rifà il look. Intanto la campana “stonata” del suo campanile è tornata a suonare correttamente. Quest’anno è l’anno di San Pio X: 150 anni dall’ordinazione a sacerdote, avvenuta proprio in Duomo a Castelfranco.

Il 18 ottobre, il giorno in cui era avvenuta, e per quella data ci saranno varie celebrazioni (si era sperato nell’arrivo di Papa Benedetto XVI, ma poi saltato tutto). Il 29 giugno, invece, ci sarà il cinquantenario dell’ordinazione a sacerdoti di una quindicina di parroci della zona (tra questi anche il parroco del Duomo, monsignor Lino Cusinato): bisogna arrivare coi “vestiti in ordine”.

Ecco allora che in questi giorni si stanno diversi intereventi. Si sta restaurando la cantoria alla destra dell’altare, un manufatto di particolare pregio, risalente al settecento ed attribuito allo stesso Francesco Maria Preti.

Sulla cantoria stanno lavorando gli esperti in restauro di uno studio castellano. Per la fine di giugno il restauro dovrebbe essere concluso e la cantoria ritornerà al suo antico splendore così come avvenuto per la cantoria gemella che si trova dall’altra parte dell’altare, restaurata anni fa (l’intervento si aggiunge ad un’altra opera di risanamento avvenuta quest’anno per un prestigioso pezzo contenuto all’interno del Duomo castellano: il settecentesco Tabernacolo della Riposizione).

In questi giorni sono state rifatte anche le intonacature e le tinteggiature in diverse cappelle sulle navate laterali. Inoltre a breve ci sarà una pulitura di tutto il basamento esterno. La campana che produce la nota “fa”, compromessa da un restauro malfatto nel 2000 è stata sistemata da uno laboratorio specializzato di Padova.

Era stata rifusa male ed il suono risultava stonato. Ora è stata limata internamente per alcuni centimetri e per l’accordatura hanno lavorato dei componenti del Gruppo Campanari Bassanesi. Il 7 giugno, infine, ci sarà la posa della prima pietra per il Museo della Parrocchia del Duomo.

Il cantiere è già stato aperto, ma ci sarà una celebrazione ufficiale. I lavori si concluderanno con un paio d’anni di ritardo. La gestazione per arrivare all’apertura del cantiere era stata particolarmente sofferta; di mezzo c’erano degli stop dovuti alla scoperta di alcuni reperti archeologici ed una diatriba con il Comune dovuta alla stipula di una convenzione per l’utilizzo dell’auditorium che sarà realizzato insieme al museo.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

01/08/2014

Un duomo da curare

Tetto e campanile se la passano male. Ma i finanziamenti non arrivano

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×