07 agosto 2020

Oderzo Motta

NESSUN PERICOLO AMBIENTALE ALLA FERCA

In attesa delle analisi Arpav, le prime indiscrezioni

| |

| |

Oderzo - Secondo le prime analisi dell'Arpav – di cui si aspettano i riscontri finali - in seguito al rovinoso incendio che ha devastato la ditta Ferca, Tutto il materiale accatastato è stato smassato dai Vigili del Fuoco per evitare che rimanessero pericolosi focolai.

La Ferca è presente nel territorio opitergino dagli Anni Settanta, era stata fondata da Adelchi Galvan al quale nel tempo sono subentrati i figli Maurizio ed Alessio.

«In questi trent'anni - commenta il sindaco Dalla Libera - l'azienda non ha mai dato problemi. Tuttavia nel nostro prg, sin al 1991 essa è stata classificata come "attività da trasferire", trovandosi in zona impropria, ci sono delle abitazioni vicine».

La Ferca nel 2006 aveva chiesto alla Provincia di Treviso di potersi ampliare, utilizzando un'area adiacente di circa 8mila mq, per realizzare un nuovo fabbricato di circa 1200 mq in aggiunta ai circa 200 esistenti. La richiesta è stata inoltrata alla Provincia occupandosi la Ferca di un'attività di recupero rifiuti non pericolosi, oltre che della rottamazione di automobili. Il Comune di Oderzo ha espresso voto negativo all'ampliamento.

 

Vedi il filmato dell'incendio

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

30/06/2008

INCENDIO DI PLASTICA

Il caldo accende i rifiuti in un campo di recupero. 18 autopompe impegnate

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×