24 febbraio 2020

Montebelluna

ECCO IL NUOVO OSPEDALE

Cinque anni di lavori. L’intervento costerà oltre 76 milioni di euro

| commenti |

| commenti |

Montebelluna – Serviranno cinque anni perché Montebelluna possa avere il suo nuovo ospedale. Sarà formato da un corpo quintuplo di cinque piani fuori terra denominato Edificio degenze, di una piastra denominata Piastra cerniera e un'area direzione di quattro piani denominata Edificio ingresso e direzionale. L’intervento costerà 76.384.460 euro. I lavori, al via ad agosto, saranno suddivisi in tre fasi.

Prima: avrà inizio ad agosto e terminerà nell’agosto del 2010, prevede l’abbattimento dell’avancorpo e la realizzazione di un corpo quintuplo Edificio degenze (cinque piani fuori terra). Seconda: partirà nel febbraio del 2011 e si concluderà nel gennaio del 2012, prevede l’abbattimento del monoblocco ovest e la costruzione della Piastra cerniera (quattro piani fuori terra); Terza: avrà inizio nel luglio del 2012 e terminerà nel luglio del 2013, prevede l’abbattimento del monoblocco est e la costruzione dell’Edificio ingresso e direzionale (cinque piani fuori terra).

Le nuove strutture andranno ad aggiungersi alle due già esistenti: l’Edificio finora denominato “Accorpamento degenze”, che in futuro ospiterà gli ambulatori specialistici, il Day Hospital medico ed oncologico, il Centro antidiabetico e la “Piastra servizi” che comprenderà il Laboratorio analisi, il Pronto soccorso, la Cardiologia, la Rianimazione ed il Gruppo operatorio. Ecco, più nel dettaglio come saranno le tre sezioni in cui verrà suddiviso il mega-complesso.

Edificio degenze. Sarà suddiviso longitudinalmente in cinque settori per ogni piano e consentirà di avere al centro i servizi accompagnati da due corridoi paralleli e le stanze di degenza verso i lati esterni. In questo modo il piano è flessibile, può avere più aree complanari mentre l'area servizi è facilmente accessibile da parte del personale e dei pazienti. La luce entrerà da aperture poste centralmente e ai due lati esterni tramite ampie vetrate.

La nuova costruzione permetterà di distribuire le unità operative per aree omogenee: area medica, area chirurgica, area materno-infantile, area riabilitativa e di lungodegenza. Al quarto piano, l'area materno infantile vedrà distribuite sullo stesso piano ginecologia, pediatria, sala parto, ostetricia con la possibilità di accesso diretto e riservato agli ambulatori di pediatria nell’Edificio ingresso e direzionale. In questo modo, in ciascun piano ed in ciascuna area risulteranno complanari le attività di degenza ordinaria, la degenza diurna, l’attività ambulatoriale e l’area destinata agli studi medici.

Sul fronte sud dell’Edificio degenze verrà realizzata una struttura circolare che ospiterà una sala riunioni di oltre cento posti e la cappella dell'Ospedale. In questa sede saranno predisposte le opere strutturali per permettere in futuro la realizzazione di un nuovo parcheggio sotterraneo da destinare a personale e ad utenze particolari. Al piano terra, di fronte alla Psichiatria, è previsto uno spazio aperto ad uso esclusivo. Dalla parte opposta ad est saranno ricavati degli spazi di verde attrezzato per la Riabilitazione. Sul tetto dell’Edificio degenze sarà realizzata un'elisuperficie che, tramite ascensori, consentirà di trasportare il paziente in qualsiasi punto dell'Ospedale, in particolare nell’area critica.

La Piastra cerniera. Si svilupperà su quattro piani ed ospiterà alcuni servizi quali il centro prelievi, il centro trasfusionale, dialisi, endoscopia, riabilitazione del cardiopatico, day surgery. Il terzo piano fuori terra (secondo) ospiterà la riabilitazione per il cardiopatico, collegata direttamente con la Piastra servizi dove si trova l'Unità coronarica.

Edificio ingresso e direzionale. Si troverà fuori dai reparti, ma comunque nelle immediate vicinanze. Nell'area direzionale, che si sviluppa su cinque piani fuori terra, si trovano zone informative, studi dirigenti, ambulatori, servizi. Ci sarà l’introduzione della “Main street” spazio di incontro, di visita e di piccoli acquisti, si potrebbe definire il salotto dell’Ospedale.

Piano interrato. Nei piani interrati sono stati realizzati percorsi per la logistica. Il flusso di materiali da e per i reparti, dotati di accesso separato. Trovano la loro movimentazione lungo l’asse principale intercettando i nodi della circolazione verticale per raggiungere i reparti, garantendo una continua separazione tra i percorsi del pulito e dello sporco ed il collegamento all'obitorio per il trasferimento delle salme.

Ingressi. L’ingresso principale resta da via Barile per gli utenti. Altri accessi secondari saranno: per la logistica da via Monte Archeson, per i pedoni da via Montegrappa e un accesso da via Legrenzi per la cerimonie funebri. Rimane da via Monte Archeson l’accesso al Pronto soccorso. Alla fine anche la statua di Padre Pio, che da anni segna l'ingresso da via Montegrappa all'Ospedale di Montebelluna, sarà spostata. Sarà collocata a sinistra del nuovo ingresso davanti al Centro informativo direzionale. Provvisoriamente nei prossimi giorni sarà collocata accanto all'area Cup per consentire l'abbattimento dell'avancorpo che inizierà il prossimo mese.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×