09 aprile 2020

Castelfranco

NON SI AGGANCIA ALL’IMBRAGATURA, CADE COL PARAPENDIO E MUORE

Si tratta di una donna di origine bosniaca, Dvorka Mrsic, 48 anni. È precipitata sul giardino di una casa

| | commenti |

| | commenti |

Semonzo del Grappa – Si è buttata come aveva già fatto chissà quante altre volte. Ma appena preso il volo si è resa conto che non si era agganciata all’imbragatura del parapendio.

Si è aggrappata disperatamente alle cinghie, ma oramai era tardi, era già al di fuori del seggiolino ed il parapendio è risultato ingovernabile. Si è chiuso su se stesso e lei è caduta a picco per cinquecento metri, sfracellandosi sul giardino di una casa dove poco prima stava giocando un bambino (in foto il punto in cui è caduta).

Ha trovato la morte così Dvorka Mrsic, 48 anni, di origine bosniaca, ma da tempo residente ad Amsterdam, in olanda. Alloggiava al Camping Santa Felicita di Semonzo.

Era arrivata con un gruppo di amici per stare alcuni giorni e dedicarsi alla passione per il parapendio. Non era alle prime armi, sapeva quello che faceva. Si è trattato di una dimenticanza: era convinta di aver allacciato l’imbragatura, ma invece non era così.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×