23 settembre 2020

Montebelluna

Il nuovo volto della città presentato ai paesi gemellati

In occasione del Palio 2016 in arrivo le delegazioni tra cui quella di Dammarie-lés-Lys, che festeggia il 30mo anniversario

|

|

MONTEBELLUNA - In occasione del 27mo Palio del Vecchio Mercato in programma a Montebelluna dall'1 al 5 settembre, la città si prepara ad accogliere le delegazioni dei paesi gemellati.

Anche se non ci sarà l’Europalio nel 2016, a causa dei noti problemi economici pregressi dell'Ente Palio, l’amministrazione comunale ha deciso di invitare le delegazioni dei paesi gemellati  - Dammarie-lés-Lys; Oberkochen (in foto); Tata; Kocs; Eppelheim; Chisineu-Cris; Imatra - per continuare il rapporto di amicizia e per mantenere saldo quel legame che vede connessi momenti di scambio di esperienze nei campi più eterogenei sia dell’amministrare, ma anche e soprattutto del commercio e del turismo.

 

L’importanza di mantenere i rapporti in occasione del Palio è fondamentale, perché il successo della manifestazione, la città vista nella prospettiva dei giorni di festa, porta all’estero un grado di attenzione sicuramente più elevato che se visitata nei giorni ordinari. 

 

"Credo che i gemellaggi siano - spiega l'assessore alla cultura, Debora Varaschin -, soprattutto in questo periodo di profonda crisi economica che colpisce l’Europa e per la complessa situazione geopolitica andata a formarsi negli ultimi anni, un momento importante e fondamentale per poter confrontare esperienze con interazioni che possono nell’arco dell’anno portare ad un accrescimento di scambi culturali, economici, soprattutto in ambito turistico e commerciale tra i paesi gemellati".

In questa occasione, i delegati potranno anche conoscere il nuovo volto della città oramai concluso nelle sue parti più salienti del centro storico ed il progetto del Memoriale della Grande Guerra di Villa Pisani.

"Avremo anche modo di festeggiare i 30 anni di gemellaggio con la città di Dammerie lès Lys, un momento di festa dove avere anche la visione del "da dove siamo partiti", il percorso fatto in questi anni e dove da oggi vogliamo arrivare con una rinnovata formula di aggregazione che può reciprocamente portare nei rispettivi territori now how", conclude Debora Varaschin.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×