04 luglio 2020

Montebelluna

Ok alla riqualificazione del centro di San Gaetano

Siglato l’accordo tra Comune, parrocchia e privati

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

San Gaetano di Montebelluna

MONTEBELLUNA – Il centro di San Gaetano cambia volto grazie ad un ampio piano di riqualificazione frutto di un non semplice accordo tra Comune, parrocchia e privati. Nel dettaglio va detto che l’intesa consentirà: l’ampliamento dell’area libera attorno alla chiesa al fine di realizzazione della piazza pubblica circostante; lo spostamento a nord di via Giotto; la realizzazione di un senso unico in via Sottoportico e la demolizione di un fabbricato retrostante la chiesa la cui volumetria verrà recuperata in parte nel lotto di proprietà del Comune ove attualmente insiste il fabbricato “Ex Castagno” che verrà abbattuto: l’operazione crea le condizioni per un futuro abbattimento dell’ala sud del tempietto di San Gaetano, ritenuta priva di pregio architettonico, al fine di realizzare un ampliamento della chiesa nel lato ovest.

La Curia Vescovile di Treviso ha dato il suo avvallo all’operazione tant’è che ieri al momento della firma era presenta il parroco di San Gaetano, Maurizio Tosello, oltre a tre privati interessati alla riqualificazione ed al sindaco Marzio Favero che ha commentato: “La trattativa è stata complessa ed è durata anni perché si trattava di conciliare esigenze diverse del Comune, della parrocchia e dei privati. Alla fine, il nodo gordiano è stato sciolto con un risultato che soddisfa tutte le parti. Ringrazio i due parroci che si sono succeduti nelle trattative, don Denis Venturato in prima istanza, e adesso don Maurizio Tosello, nonché i privati che hanno accettato di sedersi assieme al tavolo della concertazione per addivenire ad una soluzione in grado di conciliare le esigenze del pubblico e dei privati”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×