04 giugno 2020

Treviso

Parcheggia lo scooter e il vicino gli spara: l’agguato a Treviso

Ricoverato in ospedale. Arrestato l'uomo che ha imbracciato il fucile

| commenti |

| commenti |

sparatoria

TREVISO - Era appena rientrato a casa col proprio scooter in via Zecchette, quando è stato ferito da un colpo di fucile. L’uomo, 55 anni, è stato trasportato d’urgenza in ospedale e fortunatamente non è in pericolo di vita.

A sparagli il vicino. Ancora ignoto il movente che ha spinto un trevigiano di 74 anni ad attentare alla vita del 55enne, un uomo di origini meridionali.

L’anziano si è consegnato alla polizia ed è stato arrestato per tentato omicidio.

L'attentatore ha sparato utilizzando il suo fucile da caccia. I pallini hanno ferito il suo vicino di casa colpendolo in vari punti, tra il collo, le spalle e la schiena. Le lesioni non sono state particolarmente profonde e quindi le condizioni dell'uomo non sono critiche.

In ogni caso è stato sottoposto alle cure necessarie dai sanitari del 118, che dopo essere intervenuti sul posto l'hanno trasportato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso.

 

L'anziano, secondo quanto si è appreso, soffrirebbe di una forma di demenza senile a causa della quale lo scorso gennaio era stato ricoverato nel reparto di psichiatria dell'ospedale trevigiano. Vive assistito solo dalla moglie la quale, dopo aver accompagnato spontaneamente l'uomo in questura, ha riferito di non averne controllato i comportamenti, come invece è costretta a fare senza interruzioni, nel momento in cui egli si è affacciato alla finestra imbracciando il fucile. Lo sparatore e la vittima non si conoscono e questo fa ritenere che la scelta del bersaglio sia stata del tutto casuale.

 

Nella casa dell'indagato erano conservati due diversi fucili da caccia la cui licenza di detenzione e porto risale agli anni '70. La distanza fra la finestra da cui il colpo è stato esploso e il punto in cui l'uomo è stato colpito è di circa 30 metri e i pallini si sono fermati a livello sottocutaneo. L'indagato è stato affidato al servizio di psichiatria per un eventuale provvedimento di ricovero

 

 

 

 

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×