05 dicembre 2020

Castelfranco

Pedemontana Emergenza, arrivano le rassicurazioni dall'Ulss 2: "La valorizzeremo"

Benazzi: “Una vera eccellenza che andremo a valorizzare e implementare”

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Pedemontana Emergenza

PIEVE DEL GRAPPA – La risposta direttore generale dell’Ulss 2 Marca trevigiana, Francesco Benazzi circa il futuro di Pedemontana Emergenza non si è fatta attendere, al fine di rassicurare l’utenza ed al contempo i volontari che questa realtà non sarà cancellata ma anzi verrà fatta oggetto di un’implementazione.

Da una nota dell'Azienda sanitaria si apprende che è in corso un'importante revisione organizzativa in materia di emergenza sanitaria e di trasporto ordinario in ambulanza, sia alla luce delle nuove norme sul volontariato e di diverse sentenze in materia succedutesi nel tempo, sia per il fatto che diverse convenzioni sono state stipulate prima della fusione delle ULSS della provincia e devono essere ricondotte ad uno schema univoco per tutta l'AULSS 2 Marca Trevigiana.

“E' probabile che qui nascano le preoccupazioni espresse dall'Associazione Pedemontana Emergenza, tuttavia il quadro normativo attuale riafferma la possibilità di affidare in via preferenziale alle Associazioni di volontariato i servizi di emergenza/urgenza, anche se esclude i trasporti ordinari – aggiunge Benazzi - La riorganizzazione in corso porterà ad un incremento, e non ad una riduzione, delle risorse a disposizione del SUEM provinciale, sia per far fronte al costante aumento della domanda, sia per rispondere in modo sempre più efficace anche alle esigenze dei territori dove il soccorso è più complesso, come nella Pedemontana e sul massiccio del Grappa”.

La nota dell’azienda sanitaria quindi spiega che ritiene quindi indispensabile il contributo del volontariato al sistema SUEM-118, sia negli interventi quotidiani che in possibili scenari di grande emergenza: “Vogliamo pertanto valorizzarne le eccellenze - conferma il direttore generale dell’Ulss 2 Marca trevigiana -, come quella rappresentata da Pedemontana Emergenza. Pertanto, alla scadenza della convenzione il 28/02/2020 sarà prevista una proroga dei servizi in essere, che non subiranno alcuna riduzione, e nel contempo i nuovi accordi economici copriranno tutte le spese sostenute dall'Associazione per garantire il servizio alla popolazione”.

La gara per stabilizzare il servizio che sarà, come specificato, implementato si svolgerà entro fine febbraio mentre per quanto riguarda la carenza di medici per le attività di emergenza territoriale e pronto soccorso viene spiegato che: “Considerate anche le iniziative intraprese in merito dalla Regione del Veneto, l'Azienda assumerà tutte le necessarie iniziative affinché l'intero fabbisogno possa essere soddisfatto a breve”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttore responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×