25 novembre 2020

Nord-Est

Picco di contagi in Veneto, pronti a riaprire 10 ospedali Covid

Oggi 1426 nuovi contagi

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Picco di contagi in Veneto, pronti a riaprire 10 ospedali Covid

E’ ancora picco di contagi in Veneto, con 1426 casi in più in 24 ore. Si tratta dell’ennesima giornata nera per la regione, che conta anche altre 7 vittime, 12 ricoveri in più nei reparti non critici e un aumento di quattro ricoverati in terapia intensiva. Il presidente Luca Zaia è pronto a correre ai ripari, visto che – parole sue - “oggi siamo al semaforo arancione” e “abbiamo lasciato il verde”.

 

In questo momento ci sono 70 persone in terapia intensiva e 580 persone ricoverate, mentre la punta massima di marzo è stata 356 persone in terapia intensiva e 2400 ricoverati. Inoltre la crescita è più lenta e il 96-97% dei positivi non sviluppa sintomi. Ma comunque “dobbiamo essere sul pezzo, pronti al peggio", ha chiarito Zaia a SkyTG24.

 

Per questo il presidente è pronto ad attivare 10 ospedali Covid in Veneto, al raggiungimento dei 150 ricoverati nelle terapie intensive. “Già oggi il sistema sanitario veneto è pronto ad attivare 1016 posti letto di terapia intensiva – ha reso noto Zaia -. Abbiamo a disposizione tutti i macchinari necessari, a cominciare dai respiratori automatici, e abbiamo un’autosufficienza media di otto mesi per tutti gli altri dispositivi come mascherine e guanti”.

 

Sul fronte del personale non ci sono problemi per quello infermieristico che, dopo le molte assunzioni fatte, è sufficiente, mentre “preoccupa la carenza di medici”.

 

Ma c’è uno sviluppo che riguarda anche i tamponi. “La protezione Civile Nazionale – ha annunciato Zaia – ci ha comunicato che arriverà anche in Veneto una parte delle squadre messe a disposizione dall’Esercito per creare nuovi punti tampone. Saranno dei drive in con sanitari operativi. In Veneto dovrebbero esserne in arrivo una ventina”. I numeri degli ultimi giorni, per quanto riguarda i contagi in regione, non sono incoraggianti: negli ultimi tre giorni i casi si sono stabiliti ben oltre la soglia dei mille giornalieri.

 

E la maglia nera dei contagi in regione va alla provincia di Treviso, con oltre 2mila persone attualmente positive (dati Azienda Zero aggiornati al 20 ottobre), 268 scoperte solo nella giornata di ieri.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×