22 ottobre 2020

Oderzo Motta

LA PLASTAL DI ODERZO RISCHIA IL COLLASSO

Sono quasi 700 i dipendenti che rischiano il posto

| |

| |

Oderzo - Terremoto alla Plastal di Oderzo: a rischio il posto di lavoro per 700 operai. La notizia è giunta come un fulmine a ciel sereno ieri dalla Svezia.

Il colosso nord europeo, con sedi in Italia a Battipaglia, Suzzara e Oderzo appunto, sta fallendo.

Quest'oggi nella sede di Oderzo si stanno tenendo le riunioni dei sindacati, che ieri hanno attinto quante più informazioni possibili.

Si sapeva di un corposo ridimensionamento della multinazionale: in mobilità erano a rischio circa una cinquantina di dipendenti.

Ma proprio ieri dalla Svezia la doccia fredda.

La direzione scandinava ha annunciato il fallimento dell'azienda principale: pertanto sono sull'orlo del precipizio anche tutte le controllate, tra cui la sede opitergina.

Alla base della scelta, l'insolvenza della ditta, che non è in grado di garantire i pagamenti dei prossimi mesi.

Causa della crisi, una diminuzione di oltre il 40% dell'indotto (leggi immatricolazioni) nei primi due mesi di quest'anno rispetto al mededimo periodo del 2008.

La Plastal è specializzata nella realizzazione di accessori per auto: la pesante crisi del settore e la picchiata delle immatricolazioni degli ultimi mesi ha avuto un effetto devastante in questo senso.

Dai sindacati la speranza è che qalcuno possa essere interessato a rilevare la ditta, ipotesi questa comunque di non facile realizzazone.

In queste ore a Oderzo si sta tenendo il fiato sospeso: nelle prossime ore si sarà se effettivamente la ditta opitergina chiuderà i battenti.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×