26/05/2024sereno

27/05/2024poco nuvoloso

28/05/2024pioggia debole

26 maggio 2024

Castelfranco

Premiati i “poeti in erba” dell’istituto comprensivo di Riese

Quasi 300 gli iscritti al concorso di poesia “Semi diVersi”

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

Semi DiVersi

RIESE PIO X - Si è tenuta sabato 24 febbraio a Casa Riese la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Concorso di Poesia Semi diVersi, indetto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Riese Pio X; edizione che ha contato 289 iscritti, superando quella del 2022, di cui quasi 200 alunni frequentanti le scuole primarie dell’Istituto Comprensivo di Riese Pio X e dell’Istituto Salesiano E. di Sardagna di Castello di Godego, che hanno partecipato numerosi. Cospicua la partecipazione anche di giovani e adulti con liriche di alto livello, valutate da una giuria tecnica composta, oltre che da un rappresentante dell’Amministrazione comunale, da Gaia Nassuato, bibliotecaria del Comune di Riese, Francesca Monego, ex docente di lettere e curatrice di rassegne poetiche, Gerardo Rizzo, scrittore e docente di lettere all’istituto tecnico E. Barsanti di Castelfranco Veneto e Sebastiano Crocetta, insegnante all’istituto comprensivo di Resana, poeta, organista e maestro di coro.

Per la categoria della scuola primaria, ci sono state tre menzioni speciali: “Il mio cuore” di Giacomo Zanon, “Riflessi piumati” di Clelia Bobbato, “Il gatto Pippo” di Evita Bianchin; al terzo posto si è classificata Beatrice Tranchita con “Uno scoiattolo scriveva”, al secondo Federico Cremasco con “Se fossi…” e al primo Lorenzo Riccardi con “Quando ti ricordi che hai una penna”. Per la scuola secondaria di primo grado il terzo premio è andato a Elisabetta Martino con “L’uomo sega”, il secondo ad Anna Bevilacqua con “Una foglia arancione” e il primo a Jessica Guidolin con “Le note”. Per la categoria della scuola secondaria di secondo grado, è stata meritevole di menzione speciale la poesia “Le stagioni” di Davide Ferraro, mentre al terzo posto si è classificata Mirtila Gava con “Dente di leone”, al secondo Elia Sabadotto con “Lenti scatti” e al primo “Ode ai caratteri mobili dell’Universo” di Eugenio Paier.

Infine, per la categoria degli adulti ci sono state due menzioni speciali: la prima, interamente in dialetto, intitolata “Sienzio” di Daniela Cecchetto e la seconda “Insacca caivo” di Francesco Quarto. Il terzo premio è andato a Jonathan Timossi con “Anamnesi”, il secondo a Simone Pavan con “Tenebra liquida” e il primo a Davide Rocco Colacrai con “Elia della vendemmia – settembre 1984 (dedicata)”. Eccetto quest’ultimo, autore aretino memorialista e autore di libri di poesia, tutti gli autori e le autrici erano presenti alla cerimonia e hanno ritirato un attestato con la motivazione della Giuria e il premio messo in palio: buoni del valore di 50, 100 e 150 euro spendibili nelle cartolibrerie Lunardon e Baccega di Riese Pio X. Ospite della serata Marco Todoverto, musicista e autore di un libro di poesie in dialetto, Cor piantà, edito da Arcipelago Itaca, ha allietato la serata con la lettura di alcuni suoi testi, impreziositi dalla chitarra acustica.

 



 

 



Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×