09 aprile 2020

Castelfranco

Pro Loco esclusa da eventi di Natale e Radicchio, dito puntato contro il sindaco

Celebrazioni natalizie e Festa del radicchio vedranno una presenza sottotono della storica Pro Loco

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Presentazione eventi

CASTELFRANCO – Pro Loco esclusa da eventi di Natale e Festa del Radicchio. Il presidente indignato fa le sue rimostranze: “Ci chiediamo che tipo di comportamento dovremmo tenere per ottenere il rispetto che noi, volontari della Pro Loco, riteniamo di meritare?... Auguriamo non un ravvedimento che risulterebbe ipocrita e tardivo del Sindaco e del suo Assessore, ma una vera riprogrammazione dei rapporti con l’associazione principale, la Pro Loco…”.

Il primo cittadino Stefano Marcon e l’assessore alle Attività Produttive Marica Galante avevano presentato con soddisfazione il calendario di eventi per le festività e la tradizionale Festa del radicchio ma più d’uno aveva notato il fatto che a collaborare a livello organizzativo vi fosse un grande assente: la Pro Loco di Castelfranco Veneto, rimpiazzata addirittura da quella di Riese per il presepe vivente. Senza cercare occulti significati in tutto ciò anche la sola dimenticanza dell’associazione cittadine lascia quanto meno stupiti.

Il Presidente Roberto Pinto e il Consiglio Direttivo della Pro Loco di Castelfranco sulla circostanza affermano che: “La Pro Loco di Castelfranco Veneto apprende con estremo rammarico e costernazione ciò che è apparso nelle pagine social del sindaco Stefano Marcon poi ampiamente riportato dalla stampa locale in data odierna. Ci riferiamo agli eventi che l'amministrazione e, segnatamente, l'Assessorato alle Attività produttive hanno previsto per il mese di dicembre 2019, segnalando la totale non considerazione, se non per un tardivo invito a organizzare un non meglio identificato pot-pourri, nell'organizzazione della Festa del Radicchio, nonostante il promettente esito della riproposizione d'una così importante manifestazione che la Pro Loco cittadina aveva messo in opera lo scorso anno, ridotta anche per il 2019 ad una semplice premiazione con un risotto di contorno”.

“A ciò si aggiunge la sorprendente, per usare un gentile eufemismo, decisione di far riferimento alla Pro Loco d'un comune limitrofo per l'allestimento il 15 dicembre d'un'iniziativa che si riferisce alle festività natalizie cittadine. Tutto ciò ha creato una situazione a dir poco imbarazzante anche nei confronti dei nostri colleghi riesini che hanno accettato l'incarico. Il Sindaco interpellato, pare cadere dalle nuvole, affermando di non essere al corrente d'alcunché. Ci chiediamo che tipo di comportamento dovremmo tenere per ottenere il rispetto che noi, volontari della Pro Loco, riteniamo di meritare. Il primo cittadino d'altro canto non pare preoccuparsi della questione, mantenendo nei nostri confronti la consueta ignavia”.

Quindi concludono: “Prendiamo atto di tutto ciò, dichiarando già da ora che per quanto ci riguarda, anche quest’anno premieremo il cittadino Castellano dell'anno e lo faremo organizzando la Cena di Natale della Pro Loco. Auguriamo non un ravvedimento che risulterebbe ipocrita e tardivo del Sindaco e del suo Assessore, ma una vera riprogrammazione dei rapporti con l’associazione principale, la Pro Loco, che per le Amministrazioni in molti nostri Comuni è il fiore all'occhiello quando si tratta di promuovere il proprio territorio”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×